L’attrice e regista Karin Proia, reduce dal Premio Immagine Latina e dai successi in corso di Boris 4 su Disney+, domani – sabato 17 dicembre – torna per fare un regalo alla sua città natale.
La fiaba pontina “La leggenda della Bella Ninfa”, si trasforma in una mostra pittorica con l’esposizione delle tavole originali e la riproduzione ingrandita delle bellissime illustrazioni dell’artista Luciano Bracci ispirate dalla lettura dell’antico racconto come reinterpretato e scritto da Beatrice Cappelletti.
Ma, per i 90 anni di Latina e questo Natale, si arricchisce di un altro prezioso gioiello: la lettura interpretata di Karin Proia.
Ciascuna riproduzione dell’illustrazione, oltre al testo in font ad alta leggibilità, avrà un QR Code che, inquadrato da un cellulare, farà ascoltare al visitatore l’episodio della fiaba raffigurato.
La mostra, ideata da Mauro Nasi, presidente dell’associazione culturale Sintagma, editrice del libro, verrà inaugurata domani, sabato 17 dicembre, alle 18, nello Spazio Eventi del MUG (Museo Giannini) in via Oberdan 13 a Latina alla presenza dell’artista Luciano Bracci, dell’autrice Beatrice Cappelletti e dell’attrice, regista e scrittrice Karin Proia.
“‘La leggenda della Bella Ninfa’ – spiega Mauro Nasi – è la storia della nostra terra, un tempo palude, tramandata oralmente dai nostri avi e diventata una bellissima fiaba illustrata per bambini e adulti capace di restituire la magia e la bellezza del territorio in cui viviamo. Il libro utilizza un font appositamente studiato e certificato ad alta leggibilità per il disturbo della dislessia. Con l’audio fiaba l’inclusione è pressoché totale impreziosita dalla voce e interpretazione della nota attrice Karin Proia così da suggellare a tutto tondo il “made in terra pontina” dell’opera”.