Oggi, venerdì 4 novembre, alle 18 presso l’aula consiliare “Luigi Meddi” di Aprilia avverrà la costituzione della nuova sezione del Movimento Federalista Europeo nella città di Aprilia. Per l’amministrazione comunale parteciperanno, tra gli altri, il sindaco di Aprilia Antonio Terra, l’assessore alla cultura Gianluca Fanucci ed il consigliere comunale Davide Zingaretti delegato al progetto “Costruire l’Europa con i consiglieri locali”. Saranno presenti i referenti del Movimento Federalista Europeo di Latina e dell’Istituto Spinelli ed in particolare Alessandro Capriccioli, consigliere regionale del Lazio, presidente della II commissione – affari europei e internazionali, cooperazione tra i popoli. Inoltre sono previsti una serie di interventi: Mario Leone del comitato federale MFE e direttore Istituto Spinelli, Maria Gabriella segretaria sezione Latina MFE e membro del comitato federale, Nicola Catani presidente sezione Latina MFE, Lorenzo Cervi responsabile ufficio del dibattito MFE sezione Latina e Francesco Marchionni del Consiglio nazionale giovani. Il Movimento Federalista Europeo è stato fondato a Milano nel 1943 da Altiero Spinelli insieme ad un gruppo di antifascisti che aveva individuato nella battaglia per la creazione della Federazione europea, cioè degli Stati Uniti d’Europa, lo scopo prioritario della lotta politica per affermare stabilmente nel Vecchio continente la pace, la libertà, la democrazia e la giustizia sociale. Il nostro scopo, spiegano i rappresentanti del progetto, è quello di creare il consenso necessario, nelle Istituzioni, nella società civile e nell’opinione pubblica, per la creazione di una Europa Federale basata sui principi di democrazia, solidarietà, sussidiarietà e dello Stato di Diritto e dotata di Istituzioni comuni che possano esercitare una vera sovranità transnazionale all’interno dei confini europei. Il Comune di Aprilia, ricordiamo, ha recentemente aderito al progetto “Costruire l’Europa con i consiglieri locali”. Una rete europea di rappresentanti politici locali finalizzata alla comunicazione in relazione all’Unione europea in un’alleanza senza precedenti tra il livello di governance europeo e locale.