C’è qualcosa che non funziona nella raccolta differenziata informatizzata nel centro urbano di Cisterna di Latina. I cassonetti che una volta si aprivano solo con la tessera identificativa, ormai si trovano già aperti. Ma non è questo il vero problema. Il grande “guaio” è che per chi si appresta, civilmente, a gettare quotidianamente la spazzatura all’interno dei cassonetti (aperti, come dicevamo!), davanti agli occhi si ritrova uno spettacolo indecoroso: rifiuti sparsi a terra, di ogni tipo. Compresi gli odori nauseabondi. “L’altra sera per poco non scivolavo sui rifiuti a terra davanti l’isola ecologica di via Primo Maggio”, alzano la voce i residenti. È un problema per tutti. Di decoro. Pulizia. E sicurezza.