PD: “Il Sindaco assuma l’iniziativa di reperire sul bilancio le risorse necessarie per il recupero dell’intervento”

  Segretario Cittadino del PD Luca Mignacca – Consigliere Comunale PD Giancarlo Massimi

 Dichiarazione congiunta del Segretario Cittadino del PD Luca Mignacca e del Consigliere Comunale PD Giancarlo Massimi.

Questa mattina con una missiva a firma congiunta Luca Mignacca e Giancarlo Massimi hanno chiesto al Sindaco Mosca di assumere l’iniziativa per recuperare il finanziamento per la sistemazione della Strada Palazzo.

Infatti, – segnalano – con determinazione del Dirigente dell’Area Tecnica del 24 giugno 2022, n. 724 si è proceduto a revocare la Determinazione Dirigenziale con la quale era stata indetta la procedura di scelta del contraente per la sistemazione della strada Palazzo. La revoca in autotutela – aggiungono il Segretario ed il Consigliere Comunale del PD – è stata motivata dal venir meno della risorsa economica necessaria al finanziamento dell’opera, non disponendo pertanto l’Amministrazione delle risorse necessarie alla copertura di spesa per l’esecuzione lavori.

La revoca – proseguono – è conseguente al definanziamento da parte della Regione Lazio dovuta alla mancata esecuzione e completamento dei lavori nei tempi previsti. Il motivo della revoca – evidenziano Mignacca e Massimi – è dovuto all’aumento dei costi dei prezzi delle materie prime nonché dei costi energetici e di carburanti che hanno influito in maniera determinante sulla fattiva attivazione dell’appalto originario in questione tali da richiedere una proroga, non concessa, dei tempi di realizzazione.

La Strada Palazzo – sottolinenano gli esponenti del PD – è l’accesso all’area archeologica per la Villa di Domiziano: sito archeologico tra i più importanti dell’area del Circeo e che, in ragione della cattiva condizione della strada, non permette una agevole fruizione. Risorse certo limitate, 140mila euro, ma importanti per la prima sistemazione della zona. Il progetto definitivo – continuano gli esponenti del PD – che prevede, tralatro, la posa di un manto stradale innovativo e a basso impatto ambientale condiviso con il PNC, era scaturito dalla richiesta fatta nel 2019 dalla precedente Amministrazione a seguito delle calamità naturali che avevano interessato la Regione Lazio nel novembre di quell’anno. Con la missiva il Segretario ed il Consigliere Comunale del PD sollecitano il Sindaco a reperire sul bilancio le risorse necessarie al recupero dell’intervento, in considerazione che sul progetto era stato acquisito accordo preventivo con il Comune di San Felice Circeo, al fine di dare una risposta ai cittadini che risiedono nella zona e in previsione di una maggiore fruizione di un’area turistico-archeologica tra le più importanti del Parco del Circeo.

La perdita di un finanziamento – aggiungono gli esponenti del PD – è un danno per la comunità locale perchè viene meno la possibilità di realizzare servizi e infrastrutture che servono a migliorare la qualità della vita del persone. Pertanto – concludono – sollecitiamo una immediata presa di posizione del Sindaco sulla questione tenuto conto che gli interventi in quell’area assumono i caratteri di urgenza e di necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.