Non è possibile che, nel 2022, ci sia ancora il problema, in provincia di Latina, dello smaltimento dei rifiuti”.

Sul tema ha voluto far sentire la propria opinione Gianluca Corradini, Referente della direzione provinciale della Lega di Latina.

I fatti delle ultime settimane, in primis l’incendio della discarica di Malagrotta, hanno portato di nuovo sotto i riflettori un problema che, soprattutto a livello regionale, testimonia di come la classe dirigente sia incapace e grossolana.

Basta che un singolo ingranaggio vada in difficoltà, che tutto si blocca, con conseguenze che poi, alla fine, sono sempre gli utenti a pagare, sia a livello economico che di inquinamento ambientale.

Soprattutto in provincia di Latina, dove da anni si vive una impasse insostenibile, la regione ha dimostrato tutta la propria inadeguatezza. Ma veramente pensava il presidente Zingaretti che uno qualsiasi dei sindaci della provincia pontina avrebbe detto ‘Si, prego, venite tutti a scaricare i vostri rifiuti nel nostro comune…’? E’ normale il fatto che nessuno abbia dato la propria disponibilità. Ci mancherebbe.

Questo tipo di decisione non può essere demandato a livello locale. Si è solo perso tempo a discapito della salute ma anche delle tasche dei cittadini della provincia di Latina”.

Intanto il commissario regionale ha ristretto a tre il numero dei siti presso i quali far sorgere l’impianto: due a Cisterna ed uno ad Aprilia. Ancora Corradini:

Adesso speriamo che il sito sia gestito nel migliore dei modi e che non ci siano, in futuro, problemi per la salute dei cittadini e per la salvaguardia, per esempio, delle falde acquifere”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il deputato leghista Claudio Durigon, che aggiunge:

Ci auguriamo che la regione, pur nel suo completo lassismo, prenda comunque delle decisioni che tutelino la salute dei cittadini e salvaguardi i siti nei quali verrà collocata la discarica. Il tempo delle chiacchiere è finito. Bisogna avere il coraggio politico di procedere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.