Domande e progettualità entro il 27 giugno. Modulistica sul sito web istituzionale

Assessore al Welfare Carlo Carletti

È stato pubblicato l’avviso per l’individuazione di un ente del terzo settore per la realizzazione di attività di centri estivi, che dovranno essere svolti presso la scuola dell’infanzia e scuola primaria “Alessandro Marcucci e Duilio Cambellotti” dell’Istituto Comprensivo “Leone Caetani” di Cisterna di Latina, sita in Via Vittime del Terrorismo, nel Quartiere San Valentino, messa a disposizione a titolo gratuito dall’Amministrazione Comunale.

I candidati dovranno essere iscritti da almeno due anni al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, possedere idoneità morale e professionale a stipulare convenzioni con la Pubblica Amministrazione, avere i campi estivi tra le attività rientranti nelle finalità statutarie dell’organizzazione/associazione, avere esperienza almeno biennale in attività rivolte a minori.

L’attività si svolgerà da luglio a settembre 2022, con un periodo di interruzione ad agosto dal 12 al 28 e ripresa delle attività dal 29 agosto fino all’inizio delle lezioni scolastiche.

Il contributo comunale sarà assegnato per il 50% entro 10 giorni dall’approvazione del progetto, il restante 50% all’atto della rendicontazione delle somme, dietro presentazione della documentazione attestante le spese sostenute per la realizzazione delle attività (la mancata o parziale presentazione non giustificata della rendicontazione comporta la revoca del contributo).

La domanda di partecipazione dovrà essere compilata esclusivamente sul modello “A” allegato all’avviso, disponibile sul sito web istituzionale www.comune.cisterna.latina.it, e dovrà essere presentata entro il 27 giugno 2022.

«I centri estivi per minori sono un importante servizio che l’Amministrazione comunale offre alla comunità afferma l’Assessore al Welfare, Carlo Carletti -. Oltre alle iniziative private, che comunque abbiamo voluto favorire mettendo a loro disposizione alcune nostre strutture, una parte importante della progettualità prevede la realizzazione, a cura dell’assessorato, di servizi educativi, ricreativi e sportivi per minori di età compresa tra i 4 e i 14 anni nel periodo di sospensione delle attività didattiche.

Il fine è quello di garantire loro un periodo di spensieratezza e svago con competenze educative, l’integrazione e socializzazione valorizzando le loro diversità, stimolare le curiosità e la voglia di apprendimento, favorire momenti di libera espressione e promuovere la conoscenza e l’attenzione al mondo della natura e alla salvaguardia dell’ambiente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.