#svoltaverdeperterracina

Si conclude sabato prossimo 18 giugno, con l’ultimo Gazebo a Piazza Garibaldi dalle ore 16 alle ore 20, la prima campagna pubblica di tesseramento di Europa Verde Terracina “PRENDITI CURA DI TERRACINA”, iniziata ufficialmente il 15 maggio e che ha visto ben cinque gazebo tra Terracina e Borgo Hermada. Grande l’interesse mostrato dalla cittadinanza per la nostra giovane e combattiva forza politica che in questi due anni ha avuto modo di farsi conoscere ed apprezzare per la qualità e l’impegno della sua azione. Molti sono stati i nuovi iscritti che si vanno a sommare agli oltre cento che già il comitato locale contava. I gazebo sono stati anche l’occasione per poter dialogare con i cittadini, conoscere i loro problemi e le loro esigenze e sono stati molteplici gli spunti forniti dalla cittadinanza sulle maggiori criticità cittadine, in particolar modo delle periferie, di cui faremo tesoro e sulle quali ci impegneremo, come è nostro costume, nei prossimi mesi. Gli appuntamenti sono stati una occasione importante per definire un nuovo patto di cittadinanza tra cittadini, turisti, imprese ed enti al fine di riportare la nostra città nel solco della legalità e della sicurezza anche alla luce delle vicende che recentemente hanno coinvolto la nostra città su questi fronti.

Ricordiamo che sarà possibile iscriversi fino al 30 novembre 2022 anche sul sito https://tesseramentoev.com/adesione/iscrizione-ev/, indicando EUROPA VERDE TERRACINA come Comitato locale, oppure se si vuole conoscere meglio i programmi ed i portavoce di Europa Verde Terracina è possibile inviare una richiesta di contatto via email a europaverde.terracina@gmail.com.

Per quanto riguarda la raccolta firme per la Lettera Esposto inviata in merito al contrasto alla Malamovida sarà possibile venire a firmare sabato al gazebo e comunque resterà aperta tutta l’estate fino al 30 settembre. Chi vorrà potrà scrivere all’indirizzo email europaverde.terracina@gmail.com per eventuali richieste di sottoscrizione e nel frattempo ci adopereremo perché venga data concreta attuazione alle misure da noi richieste nella lettera a Prefetto, Questore, Sindaco, Assessore competente e Polizia Municipale.

Sabato prossimo sarà presente al gazebo di Piazza Garibaldi anche il Consigliere Regionale di Europa Verde Marco Cacciatore, Presidente della decima Commissione consiliare permanente del Consiglio regionale del Lazio “Urbanistica, politiche abitative, rifiuti”, da sempre molto attivo sulle questioni urbanistiche e paesaggistiche di Terracina e autore di diverse interrogazioni e mozioni in merito alla discutibile applicazione a Terracina della legge sulla rigenerazione urbana che sta diventando ormai un caso regionale e co-firmatario dell’Ordine del giorno (ODG) per l’apposizione del vincolo di interesse storico-culturale all’edificio della Ex Proinfantia. Sarà l’occasione per conoscere meglio anche le attività portate avanti sulla attuazione del Piano Regionale dei Rifiuti e sulle posizioni di Europa Verde Lazio in merito agli impianti di trattamento rifiuti e alla loro localizzazione, ed i potenziali impatti anche sul territorio comunale della nostra Città.   

 “A due anni dalla nostra nascita in occasione delle amministrative 2020, siamo particolarmente soddisfatti di questa nostra prima campagna pubblica di tesseramento denominata “Prenditi Cura di Terracina” e del riscontro avuto dalla cittadinanza sulla nostra raccolta firme (oltre 200) e sottoscrizione della Lettera Esposto recentemente inviata a Prefetto, Questore, Sindaco, Assessore e Comandante della Polizia Municipale. Siamo fermamente convinti, come più volte affermato, che Terracina possa crescere e aumentare il benessere e la qualità della vita dei suoi cittadini, rilanciando un turismo davvero sostenibile e di valore, anche se ci rendiamo perfettamente conto che questa stagione estiva è iniziata non nel migliore dei modi, con spiagge abbandonate e senza servizi, una gestione della “movida” con notevoli problemi anche di ordine pubblico, poca attenzione al verde pubblico con aiuole non curate e piante lasciate seccare alla arsura e con continue e inarrestabili colate di cemento che continuano a devastare la bellezza di un territorio unico al mondo e che meriterebbe tutt’altro tipo di valorizzazione. Siamo particolarmente grati al Consigliere Marco Cacciatore per aver aderito al nostro invito e ci auguriamo che la cittadinanza venga ad ascoltarlo e sentire la sua autorevole voce anche e soprattutto in merito agli interventi di rigenerazione urbana (variante ATER Catacombe di Via Leopardi con un intervento il cui carico urbanistico è difficilmente assorbibile dal contesto in cui si colloca, Ex Villaggio dei Pescatori, Ex Corafa, Ex Proinfantia, Ex Desco, etc), i programmi integrati di Intervento finalizzati alla riqualificazione urbana ai sensi della LR 22/1997 (PRINT) che interessano anche la nostra città con 4 interventi mastodontici per circa 100.000 metri cubi di nuovo edificato, e gli altri numerosi interventi privati in via di autorizzazione, e per ascoltare la sua posizione in merito all’adeguamento della strumentazione urbanistica terracinese e al recepimento del nuovo PTPR, visto che Terracina sta diventando ormai un vero caso di studio a livello regionale in tema di “cattiva urbanistica”, visti i sequestri, le indagini e i processi. Sarà l’occasione anche di saperne di più in merito al futuro della gestione dei rifiuti nella nostra Regione e nella nostra Provincia, con il tema degli impianti e della richiusura del ciclo a livello di ambito territoriale (EGATO) che potrebbe avere un impatto anche sulla nostra città.Dichiara Gabriele Subiaco co-portavoce di Europa Verde Terracina e Consigliere nazionale di Europa Verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.