I vertici provinciali di Fratelli d’Italia Latina commentano l’esito delle elezioni amministrative

È un risultato che ci restituisce luci ed ombre – spiega il coordinatore provinciale senatore Nicola Calandrini – sicuramente siamo delusi dal risultato della coalizione di Sabaudia dove ambivamo al ballottaggio, ma evidentemente qualcosa non ha funzionato. Siamo comunque soddisfatti del risultato della lista di Fratelli d’Italia che ha sfiorato l’8% in un comune che veniva da un’esperienza civica. Noi avremmo voluto che il centrodestra si presentasse unito, ma altri partiti hanno applicato logiche diverse dalle nostre, in contrapposizione anche con quanto accaduto sul piano nazionale, dove invece si è avuta la conferma che il centrodestra unito, vince. Paghiamo, probabilmente, non solo le divisioni elettorali ma anche quelle politiche, con la città di Latina in questo caso che è il peccato originale, con un pezzo di centrodestra che ha scelto di sostenere un sindaco di sinistra. Noi porremmo questo problema ai vertici nazionali perché il “caso Latina” genera disorientamento negli elettori, e parte del centrodestra e nello specifico Forza Italia, continua a tenere in piedi un’amministrazione del tutto inadeguata.
Ad ogni modo queste elezioni confermano e rafforzano la squadra di amministratori di Fratelli d’Italia nei vari comuni al voto. In alcuni casi abbiamo ottenuto risultati straordinari e fatto il pieno di preferenze. Penso a Cori, roccaforte della sinistra, dove eleggiamo due consiglieri, ma anche a San Felice Circeo, dove in una sfida non semplice il portavoce di FdI Stefano Capponi ha conseguito un ottimo risultato sulla sua persona. Voglio citare anche Ponza dove abbiamo Giuseppe Mazzella consigliere più votato e registriamo l’ingresso in amministrazione anche di Danilo D’Amico. Faccio a tutti loro i complimenti e gli auguri di buon lavoro, così come auguro buon lavoro anche ai sindaci neo eletti
”.

La evidente e uniforme crescita di Fratelli d’Italia sull’intero territorio nazionale anche in una elezione amministrativa, testimonia che a vincere non sono le formule elettorali ma una proposta politica coerente, in grado di dare risposte ai cittadini a livello territoriale ma anche sui grandi temi – dichiara Nicola Procaccini -. È evidente che agli italiani interessa affrontare le  questioni che riguardano il  futuro del nostro Paese, dal tema energetico a quello ambientale fino alle grandi questioni legate all’economia e non si fidano delle ammucchiate governative finalizzate solo ad alimentare i poltronifici. Anche in provincia di Latina  prosegue il nostro incessante lavoro per dare risposte concrete ed efficaci alle esigenze dei cittadini, senza per forza cedere alle logiche di coalizioni che non abbiano come riferimento l’interesse dei territori. È il criterio che ci guida nella scelta dei candidati sindaco e nella formazione delle nostre liste nei vari comuni anche se questo, a volte, può segnare una crescita più faticosa rispetto ad altre scorciatoie politiche. Per questo plaudo all’impegno che  tutti i nostri candidati hanno profuso  in questa tornata elettorale, ringraziandoli per quanto hanno fatto e invio ai nuovi amministratori eletti l’augurio di buon lavoro ”.

Aggiunge e conclude il vice portavoce regionale Enrico Tiero: “Sicuramente c’è delusione per il risultato della coalizione di Sabaudia ma di certo non ci fermeremo qui, anzi, l’esito sarà di sprono a fare meglio nei prossimi appuntamenti elettorali. Ripartiamo con più convinzione di prima verso il percorso che ci porterà alle elezioni regionali e politiche del 2023. Siamo ad ogni modo soddisfatti dei risultati raccolti dai singoli consiglieri che confermiamo nei diversi comuni al voto. A loro si uniscono anche volti nuovi destinati a portare freschezza alla già folta squadra di amministratori di Fratelli d’Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.