Alla destra Fabio Massimo Castaldo – Europarlamentare Movimento Cinque Stelle


Il Convegno nasce come conferma dell’attenzione delle Istituzioni al territorio e alle sue criticità, secondo il percorso già segnato dall’attuale amministrazione.

Agricoltura, sostenibilità, territorio e comunità energetiche al centro dell’incontro pensato e
voluto dall’Europarlamentare del Movimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo, e
patrocinato dal comune di Ardea.

Ricchissima la platea degli ospiti intervenuti, nonostante il tempo inclemente.
Ha introdotto i lavori lo stesso Castaldo, affermando:

Il settore agricolo è estremamente importante, nonché strategico, in termini numerici, in Italia ma anche nella regione Lazio.
Secondo i dati del Centro per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, nella
nostra regione, rappresenta un valore aggiunto pari a 179.966,00 milioni di euro.
Tuttavia, il settore si trova ad affrontare serie difficoltà dopo un periodo di crescita. Ora, la
sfida principale riguarda la garanzia dell’approvvigionamento delle materie prime in un
Paese che, come l’Italia, è fortemente legato alle importazioni da Paesi terzi.
All’interno di tale cornice, questo convegno ha rappresentato un’occasione proficua per
mettere in sinergia tutti i livelli istituzionali in un contesto meraviglioso come i Giardini
della Landriana che rappresentano una ricchezza storica, botanica e paesaggistica molto
cara al nostro territorio.
Il lavoro iniziato oggi rappresenta, tuttavia, semplicemente il primo passo di un lavoro
sinergico che ha messo, fianco a fianco, le eccellenze enogastronomiche, agricole, alimentari
e amministrative del nostro territorio per sottolinearne l’unicità e valorizzarne la
straordinaria bellezza. Non ci tireremo indietro se ci sarà da lavorare duramente per
centrare l’obiettivo di conferire alla nostra Ardea il prestigio e il valore che merita”.
Il ministro Patuanelli, a seguire, dopo una panoramica sulla situazione attuale del
comparto, ha ampiamente illustrato l’impegno dell’Italia nel sostegno diretto all’agricoltura
grazie all’attuazione di quanto contenuto nel PNRR e nelle misure complementari.
Ha poi
aperto una rilevante riflessione sulle politiche agro energetiche e sulle comunità energetiche
agricole, evidenziando il potenziale legato al loro impianto e sviluppo, nonostante la criticità
rappresentata dal sottodimensionamento di accumulatori e reti di distribuzione.
Il tema della transizione energetica agricola, centrale negli interventi di tutti gli ospiti
intervenuti, è riconosciuto come indissolubilmente legato al riconoscimento e alla
valorizzazione della biodiversità in agricoltura, attraverso le colture biologiche e
biodinamiche, nell’ottica di una produzione di qualità e sostenibile,
in grado di posizionarsi
adeguatamente sul mercato.
Al tavolo dei relatori erano presenti anche gli assessori regionali del Lazio Valentina
Corrado e Roberta Lombardi, il presidente della Commissione Agricoltura e Ambiente della
Regione Lazio Valerio Novelli, l’assessore al Turismo e ai Beni Culturali di Ardea Sonia
Modica e il Presidente del Consiglio Comunale di Ardea Lucio Zito, candidato a Sindaco
nelle prossime amministrative di domenica 12 maggio,
che, insieme agli altri presenti, ha
sottolineato la necessaria implementazione di un potenziale turistico di tipo esperienziale
sul territorio, legato all’offerta agricola
, e fornendo rassicurazione circa l’impegno a
mantenere sempre aperto il focus su Ardea qualora venga mantenuta la continuità
amministrativa.
Mantenere alta l’attenzione di tutte le istituzioni sulle criticità di Ardea:

questo è quello che sta facendo l’amministrazione e questo è ciò che vogliamo continuare a fare qualora venga scelta dagli elettori la continuità domenica alle urne“, ha ribadito a più riprese Lucio Zito.


La chiusura dell’iniziativa è stata affidata ad Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della
Fondazione Univerde´ e già ministro dell’Agricoltura e dell’Ambiente.
Pecoraro Scanio ha
ricordato come, nello scorso febbraio, il Parlamento abbia straordinariamente modificato la
Costituzione inserendo nella stessa la tutela dell’ambiente e della biodiversità, declinandola
in un’ottica di riguardo verso le future generazioni. Ha quindi evidenziato come l’Italia sia
un modello di riferimento internazionale nel comparto agricolo e abbia la più importante e
diffusa rete di farmer market del mondo,
oltre a essere l’unico Paese in Europa ad avere
sviluppato un fenomeno turistico tipico come quello dell’agriturismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *