Città affollata di visitatori tra camminate della transumanza, butteri, artigianato,

visite guidate, stand enogastronomici, esibizioni, scuole, bancarelle e negozi aperti

“Sala Zuccari” – Palazzo Monumentale Caetani – Cisterna di Latina

È proseguita fino a tarda serata, ieri, la Fiera dell’Ascensione di Cisterna che ha ritrovato le sue tradizioni e il richiamo di visitatori di una volta.

Centro cittadino ordinatamente affollato per tutta la giornata, con le vie e le piazze pedonalizzate per passeggiare in tutta calma, socializzare e fare acquisti nelle numerose bancarelle e negozi aperti.

La valorizzazione e la riscoperta del territorio e della sua storia sono state gli elementi che hanno caratterizzato l’evento, iniziando già qualche settimana prima negli istituti scolastici con il progetto sui butteri, che ha portato a circa un centinaio di disegni esposti nella torre Frangipane di Palazzo Caetani.

Butteri protagonisti anche nell’area di via Carducci e lungo il sentiero che collega il lago di Giulianello a Cisterna, dove i camminatori di Cisterna e di Jenne, sotto l’organizzazione e coordinamento delle associazioni L.U.P.A. e L’ALBA, hanno fatto rivivere l’antica transumanza.

Ad accoglierli in piazza i sindaci di Cisterna Valentino Mantini e di Jenne Giorgio Pacchiarotti, insieme a balli e poesie del gruppo Esso Chissi, Metropoli’s e Ulisse.net.  

Se le vie e le piazze di Cisterna sono state il centro delle attività commerciali con stand di artigianato, di dolciumi, di fiori e merci varie, ma anche uno stand dei ragazzi della parrocchia di San Francesco d’Assisi e uno sulla tutela e diritti degli animali a cura della delegata Antonella Quattrocchi, Palazzo Caetani è stato il fulcro della cultura e del territorio.

Nella corte erano presenti gli stand enogastronomici che hanno offerto degustazioni sui prodotti tipici, mentre le visite guidate hanno rivelato a centinaia di turisti le bellezze nascoste del palazzo: le sue grotte, l’antica storica della nobile famiglia dei Caetani, gli affreschi che raccontano del territorio ottocentesco, le suggestive grotte. E poi l’arte con la mostra “Enzo Sciotti, il maestro del cinema dipinto” e l’attualità con il convegno “Il Distretto Agro Alimentare Pontino e Ciociaro”, progetto presentato dalla Camera di Commercio e Artigianato di Latina al “Vinitaly”.

«Siamo soddisfatti della risposta del pubblico, dei commercianti e delle associazioni – affermano il sindaco Valentino Mantini, l’assessore alla cultura Maria Innamorato, l’assessore alle attività produttive e commercio Emiliano Cerro e la delegata al turismo, spettacolo ed eventi Aura Contarino –. Le fiere sono eventi importanti per tramandare le nostre tradizioni alle nuove generazioni ma sono anche un’imperdibile occasione per attrarre visitatori e turisti, accrescere il prestigio di Cisterna e l’economia locale. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato, dando appuntamento ad ottobre per l’altra importante fiera, quella della Ricalata».

Prezioso come sempre il contributo delle due associazioni di Protezione civile di Cisterna, la sezione “Mauro Zappaterreni” per il servizio alle grotte di Palazzo Caetani e l’Anvvfc dei vigili del fuoco in congedo sezione “Franco Mancini” per il servizio ai butteri e ai cavalli.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.