Sul sit in che si terrà sabato 28 maggio p.v. a Priverno, presso il PAT di Madonna delle Grazie

Sanità, Comitato: ”Sit-in per presidio emergenza-urgenza sabato a Priverno”.

”Un’assemblea di cittadini per chiedere con forza un presidio h24 di emergenza urgenza per il comprensorio lepino-ausono”. Ad annunciarlo Mauro Dell’Unto e Manfredo De Paolis, promotori dell’iniziativa insieme al comitato ‘Presidio di emergenza-urgenza h24’, che presentano l’iniziativa del 28 maggio alle ore 18 davanti la Casa della Salute di Priverno.

”Il depotenziamento dei Punti di primo intervento in Punti di assistenza territoriale, operativi soltanto dalle 8 alle 20, non lo abbiamo mai accettato. I PAT rientrano in un servizio ambulatoriale insufficiente per il comprensorio lepino-ausono che ha bisogno di un servizio quotidiano capace di garantire le emergenze e l’urgenze con il personale qualificato.


L’annuncio della probabile estensione del Pat h24 è a tutti gli effetti una presa in giro, perché un servizio ambulatoriale non può gestire né le urgenze né le emergenze. Sarà che le elezioni regionali del 2023 sono vicine e allora si ricorre all’ennesimo tentativo di gettare fumo negli occhi dei cittadini. Il fatto è che chi ha bisogno, soprattutto di notte, si reca nella struttura di via Madonna delle Grazie perdendo tempo prezioso per la propria salute”, argomentano Dell’Unto e De Paolis, che lanciano un appello agli amministratori di Priverno, Sezze, Sonnino, Roccagorga, Maenza, Roccasecca dei Volsci, Prossedi e Bassiano: ”Sabato sarà l’inizio di un percorso affinché la Regione Lazio istituisca un presidio di emergenza-urgenza h24 nel nostro comprensorio. Un servizio indispensabile per i cittadini e le realtà più piccole, lontane sia dagli ospedali Santa Maria Goretti di Latina, Alfredo Fiorini di Terracina e Dono Svizzero di Formia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.