PESCA, RIGHINI – COSTA (FDI)

“Le istanze delle imprese di pesca sono state molte volte da noi rappresentate in Consiglio Regionale e nelle assemblee locali. Il filo diretto tenuto da Fdi con le associazioni rappresentative del comparto ha prodotto una serie di atti di cui sono primo firmatario, approvati dall’assemblea de La Pisana, volti ad ovviare alle gravi difficoltà in cui già da tempo versa questo importante settore dell’economia regionale.

I nostri Odg ed emendamenti a bilanci erano volti a contrastare effetti deleteri quali: attuale congiuntura del mercato ittico, forte concorrenza di imprese estere, alti costi di gestione, pressione fiscale, eccessiva riduzione delle giornate di attività, mancanza di un aggiornato rapporto sulla pesca sostenibile nei nostri mari. Pertanto appare alquanto surreale oltre che tardiva la preoccupazione ostentata a mezzo stampa dal consigliere PD Califano, che tra l’altro, rappresentando un territorio in cui le aziende ittiche costituiscono una quota importante di occupazione, avrebbe dovuto accorgersi ben prima della situazione. Durante i nove anni di governo della sinistra non c’è mai stato un intervento della giunta Zingaretti per ovviare alle gravi difficoltà in cui già da tempo versa questo importante settore dell’economia del Lazio e di molte regioni d’Italia, ulteriormente acuite dalla pandemia e dai recenti aumenti delle materie prime. Nessun ascolto e zero interventi anche a livello nazionale da parte di tutti i governi succedutisi negli ultimi dieci anni, nei quali il PD ha recitato un ruolo da protagonista.”

Cosi in un comunicato Giancarlo Righini consigliere regionale del Lazio di Fdi e  vicepresidente della Commissione Regionale Agricoltura e Ambiente e Stefano Costa capogruppo di Fdi al Comune di Fiumicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.