Rifiuti, Lega: ”Pd abbraccia termovalorizzazione e ci da’ ragione”


”Chi ha chiuso la discarica di Malagrotta il 1 ottobre 2013 senza un’alternativa, mandando in tilt il sistema di conferimento e di smaltimento della Capitale?

L’ex sindaco di Roma Ignazio Marino e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Chi non ha modificato il piano regionale dei rifiuti, dopo la chiusura di Malagrotta? Zingaretti.

Chi non ha attuato i poteri sostitutivi per risolvere l’emergenza rifiuti, evitando il trasferimento dell’immondizia romana fuori Regione e riempendo le province del Lazio? Zingaretti.

Chi ha finanziato gli ammodernamenti dei termovalorizzatori e il ramo discarica di Lazio Ambiente il 28 dicembre 2016 con 12.600.000,00 euro? Magicamente Zingaretti, che ha chiuso poco dopo sia i termovalorizzatori sia la discarica. Chi ha intimato il commissariamento per la gestione dei rifiuti di Roma e provincia all’ex sindaco Virginia Raggi, salvo poi tornare sui suoi passi dopo la vittoria dell’attuale primo cittadino Roberto Gualtieri? Sempre Zingaretti.

 Chi sta costituendo i carrozzoni degli Egato, colpendo i Comuni virtuosi della raccolta differenziata? Ancora Zingaretti.

Il Pd ha ancora il coraggio di parlare dopo aver fatto schizzare alle stelle la Tari, aprendo soltanto ora le porte alla termovalorizzazione di ultima generazione proposta a più riprese dalla Lega e da Matteo Salvini?”. È la replica di Lega Lazio al Pd Campidoglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.