Impresa Opus Sabaudia che vince 3-1 con l’Aversa e riapre la serie facendo impazzire il PalaVitaletti. Rossato: «Partita bellissima, noi abbiamo avuto più voglia». Ferenciac: «La pressione è tutta sull’Aversa»
 
Impresa Opus Sabaudia che supera 3-1 l’Aversa in un Pala Vitaletti gremito ed entusiasta allungando la serie fino a gara tre dei play-off di serie A3. I pontini di coach Marco Saccucci hanno capovolto il pronostico e superato l’Aversa che aveva demolito la regular-season stravincendo il girone blu. La bella è in programma il prossimo 28 aprile alle 20:30 al PalaJacazzi di Aversa.

«Devo ammettere che è stata una partita bellissima, proprio come l’avevamo preparata e immaginata in questi giorni, abbiamo giocato molto bene sia noi sia i nostri avversari – ammette Luca Rossato, posto due del Sabaudia – Posso dire che noi abbiamo avuto più voglia di vincere e così è stato fortunatamente: ora ci aspetta gara 3 e sappiamo quanto sarà complicato per noi, ma per ora ci godiamo questa vittoria consapevoli di aver prolungato la serie».

Paul Ferenciac è stato determinante: «Siamo entrati in campo più sciolti della partita giocata fuori casa, consapevoli che non avevamo nulla da perdere e riuscendo così ad esprimere forse il miglior gioco di quest’anno – ammette il laterale dei pontini – L’Aversa sicuramente non ha giocato la sua miglior partita e, pur essendo la corazzata del campionato, noi siamo riusciti a sfruttare i loro pochi punti più deboli: ci godiamo questa vittoria e ci prepariamo per gara 3 con lo stesso spirito e sapendo che la pressione è tutta dalla loro parte».

In avvio coach Marco Saccucci schiera Schettino in palleggio con Rossato opposto, laterali Zornetta e Ferenciac, al centro Tognoni e Miscione,

L’Opus Sabaudia cede il primo set all’Aversa 17-25 anche se l’avvio di match ha visto i pontini approcciare il match in maniera determinata (6-3) prima di subire il rientro della formazione che ha sbancato la regular season: dal 7-7 è iniziata una fase di equilibrio prima di un nuovo strappo dei campani (11-14) che hanno fatto valere la loro intensità passando dal 17-23 al 17-25 finale.

Nel secondo set il Sabaudia riapre la partita vincendo 25-19 con un avvio ad alta intensità (7-4) e senza la flessione del set precedente: dal 13-10 i pontini hanno incrementato fino al 17-12. Tanta precisione in più e il Sabaudia riesce a dare continuità fino alla fine del set (20-15) prima di chiudere 15-19.

Sull’onda dell’entusiasmo anche l’avvio del terzo spicchio di partita è tutto pontino (3-1, 6-4, 8-5) anche se l’Aversa non molla la presa e impatta sul 10-10: il match procede punto a punto almeno fino al 17-15 quando Sabaudia rimette il naso avanti. Il match resta entusiasmante e Aversa rientra subito impattando sul 20-20 e il finale di set è intenso (22-22, 24-22) e Sabaudia se lo aggiudica concretizzando il primo tentativo con l’ace del 25-22.

Avanti 2-1 l’Opus Sabaudia approccia al quarto parziale con una determinazione notevole: a metà set i pontini sono avanti 16-14. Rossato passa da posto due e trova il 18-16 ma Aversa prima impatta sul 19-19 poi sorpassa il Sabaudia con un break che riapre il set (19-21). Il turno al servizio di Zornetta rimette avanti il Sabaudia (22-21) e Ferenciac si guadagna il primo match point (24-22) e, al secondo tentativo, Sabaudia compie l’impresa vincendo 25-23.



2ª Giornata (24/4/2022) – Play Off A3 Credem Banca – G. Blu

Opus Sabaudia – Wow Green House Aversa 3-1
Opus Sabaudia: Schettino 3, Zornetta 20, Miscione 5, Rossato 20, Ferenciac 18, Tognoni 6, Recupito (L), Meglio (L), Torchia (L). N.E. Calarco, De Vito, Conoci, Pomponi, Palombi. All. Saccucci
Wow Green House Aversa: Putini 1, Sacripanti 8, Trillini 8, Morelli 26, Agostini 4, Diana 2, Schioppa 0, Calitri (L), Cuti 0, Starace 6, Bonina 1, Barretta 1. N.E. Corrieri. All. Tomasello.
ARBITRI: Pescatore, Chiriatti
PARZIALI: 17-25, 25-19, 25-22, 25-23
NOTE – durata set: 21′, 22′, 26′, 28′; tot: 97′.