Cisterna

CISTERNA: “OTTOBRE ROSA” IL SINDACO E LE ASSOCIAZIONI, INSIEME PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE AL SENO

Chiusura "VI Edizione Ottobre Rosa

Incontro stretto di chiusura, nella Sala Consigliare del Comune di Cisterna

    Si è tenuta questa mattina nella Sala Consigliare del Comune di Cisterna di Latina, con la presenza del Sindaco Valentino Mantini, degli esperti socio-sanitari e della Consulta delle donne la chiusura della VI Edizione del “Ottobre rosa”, nel segno della prevenzione del tumore al seno.

L’evento è stato presenziato dagli esperti Prof. Fabio Ricci, Direttore Clinico della Breast Unit di Latina, la Dott.ssa Maria Antonietta Ulgiati, Psiconcologa della Breast Unit di Latina, la Dott.ssa Nicoletta D’Erme, Presidentessa Lilt, il Dott. Bellardino Rossi, Direttore ASL di Aprilia e la Dott.ssa Susanna Busco, Responsabile UOS percorso clinico assistenziale, che hanno riportato un quadro dettagliato e completo dei progetti nel campo della prevenzione oncologica femminile.

E’stata sottolineata più volte nella mattinata dagli stessi relatori, l’esigenza di collaborare con le istituzioni per una cultura della informazione e prevenzione, rendendo Cisterna punto di riferimento per il nord della provincia.

In aperto confronto con il neo sindaco Valentino Mantini, è stato appunto un lungo momento di viva informazione e di primaria importanza. La comprensione degli argomenti in oggetto da parte di tutti gli ascoltatori presenti, ha fornito davvero un utile veicolo di propaganda per un tema così delicato, incidente sulla salute delle donne.

Purtroppo, sono le stesse ad ignorare il problema che oggi costituisce realmente un attentato alla salute delle stesse. Si ha un trend in crescita altissimo del tumore al seno, che colpisce oltretutto le giovani donne sotto i 40 anni.

    Proprio le associazioni, gli enti ed i sindaci devono continuare a battersi per la promozione della cultura dell’informazione, puntando innanzitutto alla prevenzione.

L’importanza del progetto portato avanti dalla Lint e dalle Breast Unit, unico nel suo genere è indirizzato alla cura ed assistenza delle pazienti oncologiche, come in dettaglio ampiamente spiegato.

L’avvicinamento alla prevenzione da parte di tutti è sostenuto da molti progetti, come “Ascoltami”, o dal recente inserimento dei corsi di yoga nelle scuole. Così come l’attivazione dei corsi di ginnastica dolce e pilates, presenti proprio a Cisterna per le donne che hanno subito interventi al seno.

Il Breast, nasce come spiegato dalla psico-oncologa Dott.ssa Maria Antonietta Ulgiati, anche come percorso psico oncologico, con la funzione di supporto psicologico post operatorio per le donne affette da neoplasie.

Il criterio della Breast, permette in giornata il rientro a casa della paziente dopo l’operazione, nella sicurezza affettiva dell’ambiente familiare. Inoltre, l’importanza del confronto con le altre donne è altro elemento della Breast, dove il senso di unicità viene messo in risalto, per migliorare la qualità di vita oltre la malattia. Si è pensato ad impedire che elementi di disagio, causati dalla malattia, possano nel tempo cronicizzarsi in disturbi più seri. Si parla, infatti, di prevenzione in funzione dell’insorgenza di eventuali e possibili malattie psichiatriche, come dell’ansia e della depressione, fattori di accompagnamento delle stesse malattie fisiche.

La natura del progetto, l’attenzione alla cura e l’assistenza alle pazienti, si sviluppa all’interno delle strutture con tutti gli operatori, coinvolti in un tipo di indagine di valutazione dei rischi di vulnerabilità, e dei fattori protettivi da attivare. La risposta univoca della struttura di cura, con l’abbassamento della valutazione di stress, può aiutare le pazienti a ritrovare le proprie capacità adattive e di speranza, nonostante i disagi arrecati dal neoplasma.

Come considerato verso le conclusioni dell’incontro, sicuramente la nostra città ha tutte le caratteristiche per realizzare tali tipologie di interventi, coinvolgendo le opportune strutture. In tal senso, l’associazionismo svolge un ruolo di attivazione dal punto di vista del profilo culturale.

Di pari passo, il concetto di comunità è essenziale ed equivalente a quello dell’operare insieme, contro l’isolamento. Proprio la costruzione dei rapporti con il cittadino costituisce un momento fondamentale di ricostruzione con la comunità, sorpassando il rischio dell’isolamento facendo gruppo in una comunità di intenti e progetti comuni.

    Cogliendo l’occasione dei ringraziamenti, il Sindaco Valentino Mantini, ha voluto aggiungere un messaggio pregno di concretezza, rivolgendosi specialmente al Prof. Fabio Ricci, Direttore Clinico della Breast Unit di Latina – per lanciare delle azioni a favore dello sviluppo di Cisterna:

Questa di oggi rappresenta l’opportunità per risposte concrete e reali. Abbiamo avviato una comunicazione che ha trasmesso alla mia città un messaggio importante. Cisterna, ha bisogno di risposte concrete ai propri bisogni. Per questo noi non faremo sconti, e lo pretenderemo battendo i pugni, esprimendo le nostre richieste affinchè vengano ascoltate. Ne va del nostro diritto alla salute, ed avremo più volte bisogno di confrontarci. Per questo, abbiamo bisogno di una rete. Ci dobbiamo preoccupare di restituire a Cisterna i servizi socio-sanitari che mancano. E’ il nostro primo passaggio.”











To Top