Latina

Pedonalizzazione di Piazzale dell’Ambrosia, il candidato consigliere Antimo Di Biasio (Per Latina 2032) affonda su Fratelli d’Italia: “Si smentiscono da soli. Ci sono già le prime crepe nella loro coalizione?”

“Davvero singolare l’uscita del comitato elettorale di Latina Scalo di Fratelli d’Italia su Piazzale dell’Ambrosia”. Il commento arriva da Antimo Di Biasio (candidato consigliere comunale in “Per Latina 2032” – Damiano Coletta sindaco). “Per vari motivi – spiega – il primo è che si smentiscono da soli, perché a dire di voler pedonalizzare l’area di Piazzale dell’Ambrosia è stato proprio il loro candidato sindaco e senza nessuna decontestualizzazione; poi per un secondo motivo, che secondo me è senza dubbio quello che politicamente è più rilevante. Zaccheo infatti ha detto: “Sono dieci anni che a Latina Scalo non viene realizzata una sola opera pubblica”. Fermo restando il fatto che questo non è vero per gli ultimi cinque anni di amministrazione, visto che tra le più importanti cose fatte da Coletta per il quartiere ci sono la restituzione alla comunità dell’ex cinema Enal e del parco Faustinella, oltre al completamento del tratto comunale di Via del Mirto, tutti pasticci delle vecchie amministrazioni che si stanno risolvendo solo ora.

Dalla critica di Zaccheo emerge inoltre un dato politico piuttosto rilevante: il candidato di FdI ha parlato di “dieci anni”, periodo che comprende l’attuale amministrazione per ovvi motivi di campagna elettorale, ma soprattutto coinvolge a pieno titolo l’amministrazione precedente, guidata proprio dai compagni di coalizione che oggi lo sostengono. C’è già qualche crepa nella loro compagine? È quel che sembra dalle dichiarazioni e che anzi, andrebbe rimarcato: con quali premesse ci si presenta a dire di voler governare una città, se già la mano destra con sa cosa fa la sinistra e si è pronti alle stoccate reciproche ancor prima del voto?

Per tutti questi motivi ma soprattutto per l’impegno che vedo ogni giorno sul territorio, credo che la coalizione di cui mi onoro di far parte, al fianco di Damiano Coletta sindaco, sia quella giusta per la città e per il quartiere di Latina Scalo: concretezza, presenza attiva, non mera propaganda per racimolare due voti in più. Latina Scalo ha bisogno di ascolto e di progettualità, i primi risultati sono già arrivati, ora è necessario continuare per sostenere il cambiamento”.











To Top