Cisterna

Dalla regione Lazio via libera a impianto di biometano a Cisterna di Latina

l progetto presentato dalla società RIFUTURE S.r.l. per la costruzione e l’esercizio nel Comune di Cisterna di Latina (LT) di un impianto di produzione di biometano liquefatto e compost di qualità dai rifiuti organici provenienti della raccolta differenziata, ha ottenuto, nel corrente mese di luglio, la determina con parere positivo di Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) da parte dell’Area di V.I.A. della Regione Lazio, all’interno del Provvedimento Autorizzativo Unico Regionale (P.A.U.R.). Un passaggio fondamentale necessario per il perfezionamento dell’autorizzazione per l’avvio dei lavori di costruzione dell’impianto.

La società RIFUTURE S.r.l., per il 60% di proprietà di Greenthesis Group e per il 40% del Gruppo Marini Impianti Industriali, prevede la costruzione di un impianto dedicato alla produzione di biometano liquefatto destinato all’autotrazione derivante dalla raffinazione del biogas, ottenuto attraverso la digestione anaerobica della Frazione Organica del Rifiuto Solido Urbano (FORSU), oltre alla produzione di compost di qualità (ammendante) destinato al settore agricolo, quest’ultimo ottenuto dal trattamento aerobico del digestato solido e del rifiuto verde urbano.

Come dichiara Roberto Zocchi – Direttore Ufficio Innovazione, Ricerca e Sviluppo di Greenthesis Group: “grazie a questo innovativo progetto, che risulterà strategico per l’intera Regione, il rifiuto si trasforma in risorsa, in questo caso finalizzato alla produzione di compost di qualità per l’agricoltura e biometano. Il biometano giocherà infatti un ruolo fondamentale nella transizione energetica a livello globale e rappresenta già oggi un elemento fondamentale per la lotta ai cambiamenti climatici e nella gestione dei rifiuti, in quanto è in grado di ridurre l’immissione di gas serra di almeno il 75% rispetto a quella dei combustibili fossili. Il nostro progetto è pienamente in linea con il Green Deal europeo, in cui gli Stati membri dell’Unione Europea si impegnano a ridurre le emissioni di Co2 del 55% entro il 2030”.

L’intero processo, infine, oltre ad essere altamente rispettoso dell’ambiente, potrebbe quindi comportare un incentivo non indifferente per i suoli impoveriti dall’agricoltura intensiva e si prospetta possa mettere in moto un circolo virtuoso dalle grandi potenzialità per i territori, anche dal punto di vista occupazionale.

Per far fronte al continuo aumento dei livelli di inquinamento, l’impiego delle bioenergie rappresenta, ad oggi, una opportunità concreta connessa ad una più consapevole sensibilità alle tematiche ambientali. La transizione verso una economia low carbon e circolare è realizzabile solo attraverso la progressiva sostituzione delle fonti di energia fossili con fonti di energia rinnovabili, caratterizzate da una maggiore capacità rigenerativa e da minori pressioni ambientali.

Diventa quindi fondamentale che l’impiego delle bioenergie non sia più un settore di “nicchia”, ma un sistema di produzione “diffuso”, anche a livello territoriale, e di interesse sia per grandi produttori che per soggetti privati.

Le opportunità di transizione verso uno sviluppo sostenibile basato sulla bioeconomia sono rappresentate dalla filiera della bioraffineria integrata, in cui la sorgente fossile è sostituita da una matrice organica rinnovabile e i rifiuti o sottoprodotti di un’industria diventano risorse per un’altra. In tale ottica, l’impianto di trattamento integrato anaerobico-aerobico per la produzione di biometano e compost RIFUTURE a Cisterna di Latina può essere visto come una moderna “bioraffineria” in grado di perseguire i più recenti obiettivi di sostenibilità in un contesto di Industria 4.0.

GREENTHESIS GROUP
Greenthesis Group rappresenta uno dei principali operatori integrati italiani con esperienza globale nei servizi ambientali caratterizzata da una visione pragmatica a vantaggio della sostenibilità e dell’economia circolare. Forte di una presenza trentennale nel settore della Green Economy, il Gruppo si distingue per l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia in settori quali la bonifica ambientale, il trattamento e gestione dei rifiuti urbani e industriali, processi di teleriscaldamento e termovalorizzazione, il trattamento delle acque reflue, la gestione dei fanghi, la depurazione del percolato, fino alla produzione di biogas e di biometano.











To Top