Latina

Referendum Giustizia, parte la raccolta firme anche in provincia di Latina

Come annunciato dal Presidente Meloni anche Fratelli d’Italia sosterrà 4 dei 6 referendum sulla giustizia, per i quali ha avviato la campagna di raccolta firme. I quesiti sostenuti riguardano la riforma del CSM, responsabilità diretta dei magistrati, equa valutazione dei magistrati e separazione delle carriere dei magistrati.
Anche la provincia di Latina farà la sua parte. La campagna per la raccolta firme prenderà il via questo fine settimana da Fondi.
Questi gli appuntamenti, a cui ne seguiranno altri:

  • Fondi, venerdì 23 luglio, dalle 19.00 alle 23.00, Piazza Matteotti; domenica 25 luglio, dalle 8.00 alle 12, prezzo zona mercato lato D (parcheggio di via Mola della Corte);
  • Aprilia, sabato 24 luglio dalle 9.30 alle 13.00, via Ugo La Malfa 11;
  • Latina, sabato 31 luglio, dalle 18.00 alle 22.00 in Corso della Repubblica, angolo via Eugenio di Savoia (fronte H&M).

“Come ha detto la nostra leader Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia ritiene che sia giunto il momento di una radicale riforma della magistratura, dopo gli scandali messi in luce dalle vicende del caso Palamara – dichiara il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Latina senatore Nicola Calandrini -. Per questo appoggeremo quattro dei sei quesiti referendari ad essa dedicati”.
“La provincia di Latina darà come sempre il suo contributo. Come già accaduto per le proposte di legge per il presidenzialismo e le riforme costituzionali, in cui siamo stati tra le province con il più alto numero di firme raccolte in Italia, anche per i referendum sulla giustizia stiamo organizzando gazebo sul territorio, grazie alla collaborazione dei coordinamenti comunali che ringrazio per la disponibilità. Al momento abbiamo confermate le date di Fondi, Aprilia e Latina, ma presto ne aggiungeremo altre. Come nostra abitudine ci confronteremo con i cittadini e saremo a disposizione per spiegare le ragioni che ci inducono a chiedere queste riforme. Siamo certi che anche dalla provincia di Latina, tramite le firme raccolte, arriverà la richiesta per cambiare un sistema che non funziona più”.











To Top