Cisterna News

Con “#Accendiamoilrispetto”, la Top Volley Cisterna, i suoi giocatori e lo sport, in nome dell’inclusione. Incontro streaming con le scuole.

Incontri streaming con le scuole

Lo sport sposa il progetto # Accendiamoilrispetto per la sensibilizzazione ai temi del bullismo, ambiente ed inclusione.
CISTERNA DI LATINA – Proprio a conclusione delle ultime partite del campionato di pallavolo maschile, il progetto #Accendiamoilrispetto, costante di apertura partite sotto la rete, è ora nel vivo insieme ai ragazzi della squadra. Infatti, le scuole Nettuno III e la Valente di Roma, hanno già avuto l’occasione di aprire una serie di incontri streaming, che pongono un dialogo e confronto aperto tra docenti, istituzioni e mondo dello sport.
Il fenomeno del bullismo e cyberbullismo, è ormai una realtà sociale riconosciuta e contrastata che esige l’impegno di tutti. La tutela dell’integrità personale e della crescita evolutiva dei ragazzi è indispensabile per gli uomini del futuro. L’aumento allarmante dei casi negli ultimi anni, anche dovuto all’incidenza della chiusura in casa pandemica, ha costretto i giovani ad un mero ed insidioso contatto solo attraverso le tecnologie. L’impegno al contrasto dei dilaganti fenomeni, è dunque oggi ancora più sentito.
L’obiettivo del progetto sostenuto a livello locale, che si sta espandendo nei vari istituti regionali, punta proprio alla sensibilizzazione degli studenti. I temi coinvolti sono anche il rispetto dell’ambiente e l’uso consapevole dell’energia, e favorire l’inclusione delle diversità. Continua #Accendiamoilrispetto, con i giocatori della Top Volley Cisterna in prima linea nel progetto etico, con il supporto di AbbVie, il patrocinio della Polizia di Stato e con la presenza di esperti, che la società pontina di Superlega sta portando avanti per il sesto anno consecutivo. Daniele Sottile, Andrea Rossi e Andrea Rondoni, hanno parlato con gli studenti dell’Istituto comprensivo Valente di Roma, con la presenza del dirigente scolastico Rosa Maria Lauricella, e con gli alunni del Nettuno III, anche in questo caso grazie alla disponibilità del dirigente scolastico Marco Di Maro. In questi due istituti la tematica del rispetto dell’ambiente, è stata quella dalla quale #Accendiamoilrispetto è partita, per sensibilizzare i ragazzi alle buone pratiche.
Uno sposalizio davvero vincente quello dello sport ed il rispetto di temi etici e sociali rivolto ai giovani. Mai come altra disciplina, proprio lo sport può insegnare, e dare dimostrazione come i valori costruiti in campo, con impegno, devozione e spirito di gruppo possono diventare alla portata di tutti. Con stesso orientamento e costanza di obiettivi, le tematiche di #Accendiamoilrispetto, che coinvolgono tutti senza tralasciare nessuno, dalla scuola, alla famiglia, alle istituzioni, devono essere sentite come una partita personale da vincere.
 
     Dagli incontri streaming, si è percepito l’interesse ed il pensiero dei nostri giocatori sulle tematiche affrontate. Andrea Rossi, ha chiarito come: “Per me è fondamentale, sia quando mi alleno sia nella vita di tutti i giorni, rispettare l’ambiente, faccio molta attenzione a gesti molto semplici come quello di chiudere l’acqua quando mi lavo i denti e usarne la giusta quantità quando faccio la doccia, ma ci sono anche altre cose che ciascuno di noi può fare per usare consapevolmente l’energia come ad esempio spegnere le consolle con cui si gioca senza lasciare il famoso pallino rosso acceso”.
 Daniele Sottile, ha ricordato una precedente visita a Roma con i ragazzi del Valente: “Ricordo di aver giocato con molti di voi, in presenza, quando abbiamo visitato la vostra scuola, mentre oggi ci ritroviamo a fare lo stesso progetto dietro un monitor, ma questo non diminuisce l’impegno in questo progetto a cui sono molto legato fin dall’inizio”, mentre Rondoni ha salutato gli studenti ricordando il suo impegno nella vita di tutti i giorni ma anche nello studio, visto che anche lui è ancora uno studente. Adesso, l’istituto comprensivo Nettuno III è molto impegnato a sensibilizzare i suoi alunni: il rispetto delle regole e la pratica sportiva sono due tematiche importanti, lo stesso impegno della scuola e fortemente spinto dalla disponibilità e l’impegno dei docenti che hanno favorito l’appuntamento in streaming: Fonte, Michetti, Mitra e Luccone.
 
     Gli incontri sono stati moderati da Giuseppe Baratta (Top Volley) e, tra i relatori, c’era anche Monica Sansoni, responsabile territoriale dello Sportello istituzionale di ascolto minori e famiglie della Regione Lazio.
Sulla scia del progetto avviato, nei prossimi giorni saranno altre le scuole a essere coinvolte: l’11 maggio l’istituto Giuseppe Giuliano di Latina e il 13 maggio l’istituto comprensivo statale Manzoni-Augruso di Lamezia Terme.
Negli appuntamenti con il Valente di Roma e con gli studenti del Nettuno III, sono intervenuti anche Andrea Montecalvo, Anna Rita Pelliccia e Carlo D’Esposito, di AbbVie, azienda biofarmaceutica globale che da sei anni è al fianco di Top Volley nel progetto #Accendiamoilrispetto, e da sempre impegnata nel creare consapevolezza su temi socialmente rilevanti come la salute o in questo caso il rispetto dell’ambiente e l’uso consapevole dell’energia oltre al valore dell’inclusione.
L’intervento ha toccato tematiche di tipo comunicativo e ha sottolineato l’importanza del rispetto delle regole e dell’inclusione vista come valore aggiunto.
Un perfetto esempio d’interazione con i nostri ragazzi dal mondo dello sport, ormai il progetto è divenuto un simbolo della squadra. Continuare a lottare per tali valori ed arricchire il senso dello sport nella dimensione collettiva, pone le fondamenta per i ragazzi della costruzione futura, e rafforza l’abbattimento di ogni ostacolo socio-relazionale.
 
 











Le Più Lette

To Top