Latina

All’R11 Simonetta di Latina ci si allena in maniera individuale con una interessante novità.

La pandemia di Covid-19 ha costretto le società sportive ad adeguarsi e, con i campionati bloccati, gli allenamenti che l’ultimo Dpcm consente sono solo quelli individuali. I giovani calciatori iscritti alla scuola calcio dell’R11 Simonetta a Latina vengono accompagnati dai genitori all’ingresso della struttura, gli addetti del Club misurano la temperatura e gli permettono di svolgere l’allenamento di tecnica individuale. Ma la fantasia dello staff ha voluto arricchire ancora di più il concetto dell’allenamento. «Inutile dire che noi rispettiamo alla lettera le prescrizioni ma capiamo bene che i ragazzi che vengono voglio fare la partitella, che in questo periodo storico è vietata perché creerebbe le basi per un contatto fisico e ogni giorno dobbiamo ripetere ai ragazzi che alla base di tutto c’è il distanziamento e il rispetto delle regole» spiega Roberto Simonetta, insieme a Fabio Boschi, alla guida della scuola calcio.L’innovazione è arrivata grazie a Elena Giuliani, allenatrice del gruppo dei piccoli amici, ragazzi nati dal 2013 in poi fino al 2015. «Ho proposto di unire l’aerobica al calcio, che detto così può far storcere il nato ai puristi del pallone ma invece i ragazzi hanno apprezzato di buon grado l’iniziativa che continueremo a riproporre – spiega l’allenatrice – si tratta di un allenamento che stimola il movimento e garantisce in maniera perfetta il distanziamento: musica e coreografie che ci danno la possibilità di proporre allenamenti innovativi che stimolano i giovani e li incuriosiscono, lavoriamo sulla psicomotricità in modo che quando i ragazzi potranno tornare ad allenarsi avranno migliorato la percezione dello spazio. Quanto manca a loro la partitella? Tantissimo. Manca sicuramente a loro ma anche a noi, però devo dire che i ragazzi sono bravissimi, sanno bene che non si possono toccare e anzi quando arrivano sul campo allargano le braccia tutti insieme per stabilire la distanza da rispettare». Elena Giuliani è una personal trainer che gestisce una sala-personal a Latina che in questo periodo, come tutte, è stata chiusa per via delle restrizioni. «Mi sono adeguata fondendo calcio e fitness – conclude Elena – Qui all’R11 siamo super controllati, indossiamo la mascherina, siamo distanziati e non c’è pericolo». Anche Fabio Boschi è entusiasta dell’iniziativa. «Questa è un’iniziativa interessante che ci permette di fare allenamento in maniera individuale, garantendo il distanziamento e anche incuriosendo i ragazzi con questa novità del fitness. Siamo molto attenti alla situazione legata all’evoluzione del Covid tanto che il 28 ottobre scorso avevamo immediatamente interrotto gli allenamenti per rimodulare tutta la nostra attività sportiva e adeguarci alle nuove indicazioni, poi siamo ripartiti il 10 novembre garantendo ai ragazzi e alle loro famiglie la sicurezza degli allenamenti – aggiunge Boschi – Non sarà possibile utilizzare gli spogliatoi, anche se vengono continuamente sanificati, quindi non sarà possibile fare la doccia al campo, ci siamo adeguati alle disposizioni e per questo motivo invitiamo le famiglie dei giovani calciatori a dotare i ragazzi di maglie di ricambio e di giacconi che i ragazzi dovranno indossare nel periodo che passerà tra la fine dell’allenamento e il vostro arrivo all’esterno della struttura. Invitiamo anche le famiglie dei ragazzi a misurare la temperatura corporea prima di uscire da casa e, qualora dovesse essere superiore ai 37,5°C chiediamo ai genitori di tenere i bambini a casa comunicando direttamente con l’allenatore di riferimento».















Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2020 La Notizia Pontina

To Top