sezze

Sabato la presentazione in videoconferenza del progetto Slow Food Travel

Le attività di promozione e sviluppo di una strategia per il turismo sostenibile e compatibile con le peculiarità del nostro territorio, unita all’esperienza maturata dall’organizzazione degli Stati Generali delle Comunità dell’Appennino, ha spinto la Compagnia dei Lepini a promuovere un partenariato con Slow Food Italia, finalizzato alla realizzazione di un progetto di Slow Food Travel, che ha come obiettivi lo sviluppo e la promozione di un’esperienza di viaggio che sia coerente con la filosofia di Slow Food e che si propone di sviluppare percorsi turistici e servizi fondati sulla promozione della biodiversità gastronomica, agroalimentare e culturale locale grazie a una intensa partecipazione del visitatore, tramite visite in azienda, degustazioni ed eventi. A parlare dell’iniziativa è stato Quirino Briganti, presidente della Compagnia dei Lepini, che ha sottolineato come il territorio che comprende le aree montane delle province di Latina, Frosinone e Roma sia stato individuato, insieme ad altri 5 territori italiani, come area pregiata per la sperimentazione e la realizzazione di una destinazione turistica sotto l’egida internazionale e nazionale di Slow Food e con la denominazione di ‘Slow Food Travel Monti Lepini’. Questa modalità innovativa di progettazione di un modello di destinazione turistica è stata sostenuta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: “La ‘Comunità Slow Food dei Monti Lepini per il turismo sostenibile’ in cooperazione con la Compagnia dei Lepini – ha spiegato Briganti – ha realizzato tutte le azioni necessarie all’avvio del programma previsto: la mappatura dei protagonisti, la loro adesione e costruzione della rete, qualificata secondo i criteri disciplinati da Slow Food, dei produttori agroalimentari, degli operatori del turismo, della ricettività e dei servizi e l’avvio dei progetti di turismo esperienziale legati al cibo. Si tratta di un modello innovativo in quanto promuove la pratica di attività di turismo sostenibile come strumento di indirizzo ad un nuovo sviluppo economico del territorio. Con la mappatura già realizzata – ha spiegato ancora il presidente della Compagnia dei Lepini – sono stati individuati e coinvolti già oltre 70 soggetti, tra produttori, ristorazione, ricettivo coerenti con le “linee guida” internazionali di Slow Food Travel. Oltre a loro anche operatori turistici, associazioni, scuole, enti locali e di rappresentanza che, tutti insieme, rappresentano una rete che condivide lo scopo comune progettuale. Insieme, sono stati individuati e verranno presentati, oltre ai programmi più in generale, itinerari e pacchetti, in “rampa di lancio” per la loro promozione e commercializzazione attraverso la rete internazionale di Slow Food, in primo luogo, e a tutti”. All’evento, che si svolgerà sabato 31 ottobre a partire dalle 10 e che si terrà in videoconferenza nel rispetto delle nuove disposizioni per arginare l’emergenza sanitaria, parteciperanno il presidente della Provincia, Carlo Medici, il sindaco di Cori, Mauro De Lillis, i componenti della sua giunta, Simonetta Imperia (assessora all’Agricoltura) e Paolo Fantini (assessore alla Cultura), Roberto Perticaroli (portavoce della comunità Slow Food dei Lepini), il presidente della Camera di Commercio Latina-Frosinone Giovanni Acampora, il responsabile internazionale Slow Food Travel Michele Rumiz, il responsabile nazionale Slow Food Italia Fabrizio Dellapiana, il responsabile di Slow Food Lazio Luigi Pagliaro e, a chiudere, l’assessora regionale all’Ambiente Enrica Onorati e l’assessora regionale al Turismo Giovanna Pugliese. La video conferenza potrà essere seguita in diretta sulla pagina ufficiale Facebook della Compagnia dei Lepini.











Ultime Notizie

To Top