Latina

Luigi Niccolini confermato alla guida di confagricoltura Latina, eletto anche il nuovo direttivo

Confagricoltura Latina punta sulla continuità e conferma alla presidenza Luigi Niccolini che guiderà l’organizzazione agricola per i prossimi quattro anni.

Il presidente Niccolini ha presentato all’assemblea, che si è riunita ieri in forma privata, la relazione relativa al suo primo mandato e, nel corso del suo intervento, ribadito i punti cardine degli impegni futuri dell’organizzazione agricola che vanta una rappresentanza di oltre 1500 imprese che contano complessivamente oltre 13mila ettari in provincia di Latina. Importantissimo il dato relativo alle giornate di lavoro delegate, circa 600mila annue (con un incremento annuo di circa 80mila giornate) che portano le aziende di Confagricoltura Latina in testa nel segmento sul piano della rappresentanza.

Confagricoltura Latina è presente in tutti i settori del territorio pontino con rappresentanze importantissime nei segmenti chiave dell’economia agricola: degli oltre 13mila ettari associati, 4mila ettari sono di actinidia, 850 di vigneti, 2mila ettari di serre, 5.500 ettari di coltivazioni a pieno campo dagli ortaggi ai cereali, 190 sono le aziende biologiche, 60 quelle zootecniche di cui 25 bufaline con un totale di oltre 12mila capi. L’associazione, che conta 21 dipendenti, è presente oltre alla sede del capoluogo pontino in via Don Minzoni anche con quattro uffici di zona a Sermoneta, Borgo Hermada, Formia e Fondi e con cinque recapiti nelle zone di Borgo Montello, Roccagorga, Pontinia, Doganella e Latina 2.

“Le sfide che il mondo agricolo si trova ad affrontare, soprattutto nel periodo della pandemia, sono moltissime e davvero difficili – ha affermato dopo la sua elezione, avvenuta per acclamazione, il presidente Niccolini -, va però detto che non abbassiamo la guardia e che dobbiamo rilanciare, con forza, il nostro lavoro e l’impegno per rappresentare le esigenze di quella che è e rimane la principale economia del nostro territorio. Lo dobbiamo anche alla nostra storia. Per questo voglio ribadire – ha aggiunto Niccolini – alcuni tra gli impegni principali che ci attendono. Tra questi ci battiamo da tempo affinché l’emergenza per la moria del kiwi venga affrontata con un approccio scientifico. Sembra che le istituzioni ci abbiano dato ascolto, adesso bisogna che questo percorso si trasformi nella concretezza di azioni a sostegno della categoria. Non dimentichiamo l’impegno per il settore zootecnico, la sfida sul prezzo del latte bovino e bufalino, la partita per accendere un enorme faro sulle esigenze del settore florovivaistico e sull’importanza rivestita da quello vitivinicolo e da quello delle coltivazioni in serra e a campo libero. Questo senza dimenticare le cose positive e l’esigenza di ripartire proprio da queste: vorremmo – ha sottolineato Niccolini – dedicare i prossimi anni a rilanciare l’attenzione sull’eccellenza delle nostre imprese agricole, sulla qualità di prodotti straordinari, sulle capacità dei nostri imprenditori, dei nostri iscritti, che ottengono riconoscimenti in tutto il mondo per il loro lavoro e che spesso, troppo spesso, non sono profeti in Patria. I prossimi anni saranno impegnativi a causa del momento che stiamo vivendo ma dobbiamo ripartire proprio dalle nostre capacità che hanno radici profonde nelle tradizioni e nella storia di questa provincia. Quest’anno Confagricoltura, la più vecchia organizzazione agricola italiana, compie cento anni. Un secolo di esperienza e autorevolezza che mettiamo a disposizione per dare al settore agricolo della provincia di Latina lo spazio che merita nel panorama economico. Spazio che ha già guadagnato, in termini di fiducia, nel cuore di tante persone. Ci aspettiamo che questo riconoscimento, l’impegno del mondo agricolo del nostro territorio, abbia la giusta attenzione anche dalla classe politica e istituzionale perché mai come oggi – conclude Niccolini – l’agricoltura deve tornare ad avere il posto che le spetta nella scala delle priorità della nostra provincia e del nostro Paese”.

L’assemblea, il cui coordinamento delle attività è stato svolto dal direttore di Confagricoltura Latina Mauro D’Arcangeli, ha proceduto anche all’elezione del Consiglio direttivo. Questi i nomi: Stefano Maria Boschetto, Alessandra Capitani, Simona Dario, Remo Di Meo, Marco Berardo Di Stefano, Nello Giorgi, Marco Lanza, Nazzareno Milita, Pierpaolo Monetti, Paolo Mariani, Sergio Ricotta, Cayro Giacinto Santoro, Luigi Niccolini. Il collegio sindacale è composto da Francesco Barchiesi, Vincenzo Oliveto e Donato Scipione.















Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2020 La Notizia Pontina

To Top