Cisterna

Lega Cisterna: “Non si condividono le modalità utilizzate per l’azzeramento (l’ennesimo) della giunta comunale”

“Pur rappresentando una prerogativa del Sindaco, ogni scelta politica merita una opportuna motivazione. L’azzeramento della giunta comunale è un atto politico di estrema importanza, che non può passare per una scelta esclusivamente legata al raggiungimento di metà mandato. A maggior ragione, circa tre mesi fa, il Sindaco aveva rimodulato la giunta con la medesima motivazione; tale scelta non può trovare riscontro, soprattutto nei confronti dei partiti politici che meritano ben altra considerazione, oltretutto non coinvolti minimamente in nessun confronto politico in tale decisione. Vero che l’azzeramento della giunta comunale rientra nelle competenze del Sindaco, ma, è altrettanto vero che tale scelta deve essere supportata da valide motivazioni politiche o amministrative e nello stesso tempo, un Sindaco dovrebbe astenersi a facili out-out soprattutto nei confronti di partiti politici che non possono vedersi prevaricare su scelte spettanti esclusivamente a loro in virtù di regole anche non scritte della politica. Si tiene a difendere l’operato degli assessori e dei consiglieri delegati, soprattutto quelli di espressione Lega, ritenendo che non meritino assolutamente di essere frettolosamente “licenziati” senza un valido motivo amministrativo o politico, con il rischio di calpestare quello che di buono è stato fatto, attraverso la passione, l’impegno costante e la loro professionalità. La Lega e i suoi esponenti politici pensano di meritare dal primo cittadino lo stesso rispetto politico che hanno sempre dimostrato di avere nei suoi confronti e del suo ruolo istituzionale. Ecco perché non si condividono le modalità utilizzate per l’azzeramento (l’ennesimo) della giunta comunale. Questa volta la Lega non può subire passivamente senza avere ricevuto una giusta motivazione amministrativa o politica, trovandosi nell’impossibilità di giustificare quanto successo alla città, con il rischio che l’opinione pubblica possa recepire un messaggio distorto addossandole delle responsabilità che non ha. La decisione di azzerare la giunta comunale è stato un atto del Sindaco preso in assoluta autonomia, non condiviso sia nel contenuto che nei modi, aggiungendo che, le imposizioni fatte ai partiti di dimettere i rispettivi capigruppo, non possono essere tollerate in quanto i partiti politici godono di una propria autonomia a garanzia della città, della democrazia e del rispetto delle regole della politica.
Pertanto, si prende atto della decisione del Sindaco, ritenendo che debba continuare nel percorso politico da lui autonomamente intrapreso, con la consapevolezza della mancanza delle giuste condizioni politiche per prendere in considerazione una partecipazione all’organo esecutivo di rappresentanti della Lega, rispettando così, il pieno desiderio del Sindaco nel formare una propria giunta di governo della città, di fatto aprendo ad una nuova fase dell’amministrazione comunale che ha voluto nelle decisioni e nei comportamenti concludenti l’esclusione della Lega dal governo cittadino contrariamente quanto deciso dagli elettori cisternesi”.

Il gruppo consiliare della Lega Cisterna
Andrea Nardi, Mauro Contarino, Fabiola Ferraiuolo, Massimiliano Leoni, Antonio Vita e Pier Luigi Di Cori.















Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2020 La Notizia Pontina

To Top