Cisterna

La Top Volley cade a Padova (3-2) ed è fuori dalla Del Monte Coppa Italia

La Top Volley Cisterna esce dalla Del Monte Coppa Italia dopo la sconfitta 3-2 a Padova in casa della Kioene anche se la partita aveva già perso la sua importanza alla fine del quarto set visto che la Top Volley avrebbe dovuto vincere da tre punti per passare il turno. Ai quarti di finale della manifestazione tricolore passano Consar Ravenna e Kioene Padova nel girone B. «Potevamo fare meglio, speriamo che i risultati potranno arrivare presto, siamo molto carichi e vogliamo fare bene perché abbiamo obiettivi importanti, dobbiamo cancellare questa partita e concentrarci sul campionato» ha dichiarato Luigi Randazzo a fine gara, visibilmente deluso dal risultato finale. Senza Sabbi, rimasto a Cisterna per proseguire con la fisioterapia, in avvio di match coach Tubertini schiera Sottile in palleggio opposto a Onwuelo, laterali Tillie e Randazzo, con Szwarc e Rossi al centro e Cavaccini libero, poi nel corso della sfida spazio a Seganov al posto di Sottile e Cavuto per Onwuelo con Rondoni e Rossato impegnati durante il match, quest’ultimo protagonista anche di un ace al primo servizio nella sua carriera nella massima serie. La Top Volley Cisterna vince il primo set 20-25 e lo fa con un allungo importante nella seconda fase di gioco dopo un avvio punto a punto: decisivi gli errori di Padova dalla linea dei nove metri (ben sette) nonostante la percentuale di attacco dei padroni di casa sia interessante (55%) proprio come quella della Top Volley. Tillie e Onwuelo i migliori realizzatori con otto punti in due. Dopo un avvio equilibrato (8-9, 10-10 e 14-14) la formazione pontina si stacca e si porta avanti di quattro punti per la prima volta sul 14-18 con l’ace di Sottile: Padova cerca di ricucire ma gli errori sono piuttosto frequenti per permettere ai veneti di riavvicinarsi. Il pallonetto delizioso di Tillie regala a Tubertini il 19-22 così il coach modenese di Cisterna toglie la diagonale titolare per dare spazio a Seganov e Cavuto. Il palleggiatore bulgaro si presenta con un palleggio in tuffo, a una mano, direttamente in posto quattro per Tillie che finalizza con precisione la palla del 20-24. Dai nove metri va Rossi che trova l’ace con un servizio in zona di conflitto che chiude il primo parziale in 24 minuti. In avvio di secondo set torna in palleggio Sottile con Onwuelo in posto due. Padova riapre la partita vincendo 25-21 con la Top Volley che è riuscita ad annullare quattro set point grazie a una lunga serie al servizio del centrale Szwarc che ha mandato in difficoltà la ricezione di Padova. I pontini hanno reso meno amaro il risultato del parziale dopo che i padroni di casa erano riusciti anche ad arrivare avanti a sette punti di vantaggio, trascinati dall’ex Stern, miglior realizzatore del set con 6 punti. Padova ha spaccato in due il set dal 10-9 al 19-12 con Shoji e compagni che sono stati capaci di piazzare un parziale di undici punti a cinque che vale il 21-14. Tubertini dà spazio a Seganov al posto di Sottile con Cisterna che ha avuto la capacità di non cedere chiudendo il secondo spicchio di gara in rimonta: fuori anche Onwuelo per Cavuto (sul 22-15) la Top riesce a ricucire con Tillie e Randazzo, poi nel finale i quattro set point annullati fino al punto di Wlodarczyk che regala il set al Padova (25-21). Nel terzo parziale Tubertini lascia Seganov in palleggio e rimanda in campo Onwuelo in diagonale con il regista bulgaro. La continuità della Top Volley permette ai pontini di prendersi di forza il set con un interessante 19-25. Randazzo e Onwuelo i più precisi con il 71% in attacco del siciliano e il 60% dell’italo nigeriano della formazione di coach Tubertini. Dall’altra parte della rete Stern continua a mantenere elevata la sua efficacia realizzativa. Dopo un avvio di parziale equilibrato la Top si stacca con un primo break che porta i pontini avanti 14-18, la squadra di Cisterna martella dalla linea dei nove metri e il sorpasso continua con Tillie e soci avanti dal 15-19 al 16-23. Randazzo trova il 18-24 schiaffeggiando la palla sulle mani del muro a tre di Padova poi l’infrazione dei padroni di casa regala alla squadra del presidente Falivene il 19-25. Avanti 1-2 nel quarto spicchio di partita l’avvio della Top Volley è in chiaro scuro e Padova ne approfitta per staccarsi e chiudere 25-23 conquistando l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia a scapito della Top Volley che viene eliminata a prescindere dal risultato finale del match. Avanti 1-3 la Top Volley si fa superare fino all’8-4, con Padova che riesce a infliggere un parziale addirittura di 7-1, sul 13-8 per Padova entra Rossato che va al servizio e trova l’ace ma la Top è sotto e arriva a uno svantaggio di cinque punti (18-13) poi recupera fino al 20-19 con il muro di Szwarc su Milan, poi si gioca punto a punto fino al 22-21 ma nel finale Padova trova la lucidità per crescere con Stern e Shoji protagonisti: avanti 24-21 la Top annulla due set Point con Onwuelo e Seganov ma il 25-23 arriva con Cavuto murato da Vitelli.Per la cronaca Padova vince anche il tie-break 15-13. KIOENE PADOVA – TOP VOLLEY CISTERNA 3-2KIOENE PADOVA: Stern 26, Vitelli 9, Shoji 8, Danani (lib.), Volpato 7, Bottolo 8, Milan, Cesaro, Canella 3, Wlodarczyk 17, Fusaro ne, Merlo, Bellomo ne, Gottardo ne. All. CuttiniTOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto 1, Cavaccini (lib.), Sottile 1, Tillie 14, Seganov 2, Rossato 1, Rossi 6, Onwuelo 18, Rondoni, Randazzo 14, Krick ne, Szwarc 9. All. TubertiniRossella Piana (Modena), Veronica Papadopol (Mantova),Parziali: 20-25 (24’), 21-25 (27’), 25-19 (26’), 25-23 (34’), 15-13 (20’)Mvp: Stern (Padova)















Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2020 La Notizia Pontina

To Top