Latina

L’Assessora Cristina Leggio sull’evento del Consiglio Comunale dei bambini e delle bambine

«Venerdì cambio di location necessario e fatto con responsabilità»

Ho letto oggi sul web l’intervento di alcuni Consiglieri di opposizione che accusano l’Amministrazione – e in particolare la sottoscritta e il Sindaco – di aver tenuto un “comportamento rischioso in termini di contrasto all’epidemia Covid 19, con l’aggravante di aver coinvolto dei bambini” nell’incontro di chiusura delle attività del Consiglio dei bambini e delle bambine che si è svolto venerdì scorso in Aula consiliare.

Visto che si fa un richiamo alla tutela della salute pubblica e in particolare dei bambini, penso sia il caso di fare alcune precisazioni per non lasciare dubbi sulla sicurezza dell’attività svolta e sulla genuinità della scelta di accogliere i piccoli consiglieri nell’Assise comunale.

Innanzitutto era importante per i bambini e le bambine, che avevano continuato il loro importante lavoro a distanza, potere concludere in presenza questo primo anno di attività e abbiamo agito con la massima attenzione per garantire che questa esperienza “rituale” di chiusura fosse bella e sicura. L’evento era previsto nei Giardini del Comune alle ore 19 ed è stato spostato poco prima dell’arrivo dei bambini in Aula consiliare dopo aver valutato che la temperatura all’esterno si era mantenuta molto alta nonostante l’orario della convocazione. Per evitare di esporre i bambini all’eccessiva calura, e una volta constatata la possibilità di poterlo condurre senza rischio in un luogo più vivibile, anche in considerazione della breve durata dell’attività, si è proceduto alla sanificazione di tutte le sedute che sono state organizzate mantenendo il distanziamento fisico tra le persone non congiunte. Il Sindaco Damiano Coletta è un medico ed è stato proprio lui a esigere, di fronte alla possibilità di un incontro in Aula consiliare, che venissero seguite scrupolosamente tutte le indicazioni del caso. I bambini e le bambine presenti erano in numero di molto inferiore rispetto al numero abituale di Consiglieri che partecipano all’Assise comunale e si sono dunque potuti sedere su posti alternati; i genitori accompagnatori si sono accomodati sulle sedute riservate al pubblico. Tutto è stato organizzato mantenendo rigorosamente il rispetto delle distanze di sicurezza e indossando le mascherine. Nonostante queste limitazioni e un po’ di timore nel parlare al microfono, il momento di confronto è stato bello e importante per tutti i presenti.

Invito tutti a visitare la pagina dedicata all’attività sul sito del Comune – nella sezione “Partecipazione e Beni Comuni” – e a dare il proprio prezioso contributo per valorizzare e tutelare questa esperienza, importante e generativa per chi vi prende parte e per tutta la comunità.

Cristina Leggio

Assessora alla Partecipazione











Ultime Notizie

To Top