Cisterna

Donazioni diminuite del 50% le riserve scarseggiano

Per paura del contagio dimenticato chi vive grazie al sangue

Non c’è nessun motivo per non donare il sangue in questo momento particolare per la nostra Nazione.   Soprattutto in questi giorni c’è necessità della generosità di tutti perché c’è un diffuso timore che porta le persone ad autoisolarsi con conseguente ed ingiustificata diminuzione delle donazioni.  MA…. i malati che necessitano del sangue non possono essere messi in “quarantena”

La donazione: un atto semplice e sicuro (TUTTI I MATERIALI USATI SONO STERILI E MONOUSO).

Tutte le persone dai 18 ai 60 anni (e fino 65 anni con ECG e visita cardiologica) possono recarsi presso il nostro Punto di Raccolta Temporaneo (Largo Donatori del Sangue, 1 il Mercoledì – Venerdì e Domenica dalle ore 7.30 alle ore 10.30), muniti di un documento di riconoscimento, del codice fiscale o tessera sanitaria. Dopo aver compilato il questionario, ci sarà un colloquio privato con il medico che valuterà se si è idonei per donare il sangue.

Per motivi precauzionali e per disposizione degli organi competenti, si consiglia di astenersi dalla donazione se la temperatura corporea è pari o superiore a 37.5° o se si hanno sintomi “simili all’influenza e/o raffreddore o tosse”.  

Tutti gli altri possono tranquillamente donare. Tutta la procedura dura al massimo 30 minuti. Dopo la donazione ed un adeguato ristoro (caffè, cornetto, acqua, succo di frutta) si può tornare alle normali attività quotidiane.

Il nostro sistema sangue è sicuro e le donazioni non devono fermarsi. Coloro che sono in buono stato di salute continuino a donare, nel rispetto di quanto disposto dalle istituzioni competenti. La paura del contagio non ci deve condizionare».

Cogliamo l’occasione per ringraziare i nostri Donatori e lanciamo un messaggio a tutta la cittadinanza << Non facciamo mancare il nostro contributo e non facciamoci sorprendere da ingiustificate angosce: doniamo il sangue>>.











Le Più Lette

To Top