Velletri

VELLETRI : IL GRUPPO BANCA POPOLARE DEL LAZIO SEGNA UN GOAL CHE VALE NOVE MILIONI DI EURO

LANotiziaPontina.it

Nel mese di agosto la Banca d’Italia ha ufficializzato la nascita del Gruppo Bancario Banca Popolare del Lazio, iscrivendolo nell’Albo dei gruppi bancari con il codice 5104. 
Le sinergie, tema ribadito dall’AD Massimo Lucidi anche nel recente convegno sulle PMI, tra Banca Popolare del Lazio e Banca Sviluppo Tuscia hanno portato al Gruppo un utile di 9,1 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2019. Il dato da evidenziare in “grassetto” è il trend del Risultato Economico che le sinergie stanno apportando. Infatti, se l’utile medio dei primi due trimestri si attestava a 2,75 milioni di Euro, nel terzo trimestre ha raggiunto un prodigioso 3,6 milioni di Euro, con una crescita del 30%.
Lato performance cresce anche il Margine di Intermediazione, che esprime il Risultato Economico generato dall’attività principale della banca quale la concessione di crediti e la fornitura di servizi, che raggiunge quota 71 milioni di Euro. Occorre sottolineare tale risultato, in quanto porta alla mente gli ottimi risultati registrati dalla Banca nelle chiusura di bilancio 2008, quando il Margine di Intermediazione segnava 73 milioni e l’Utile 16 milioni, segno di un’inversione di tendenza verso le performance pre-crisi finanziaria (e poi economica). Margine in crescita soprattutto per la spinta delle Commissioni Nette (+5%), come prestabilito dalla linea guida del Piano Industriale 2019-2021.
Redditività si, ma anche copertura dei rischi questo il “mantra” del Gruppo. Si evidenzia, infatti, la riduzione delle rettifiche e degli accantonamenti che diminuiscono di 13,7 milioni di Euro mostrando un miglioramento nel presidio dei rischi.
La relazione finanziaria mette in risalto un grande aumento in termini di efficienza bancaria. Infatti, se da un lato aumentano i Costi Operativi (+2,6%), dall’altro si riduce l’indice Cost Income, che passa dal 71,2% di settembre 2018 al 66% attuale. Cio’ si traduce in un forte investimento sulla qualità delle persone e dei mezzi innovativi, tale da erodere una buona fetta (5%) di inefficienza.
Migliora anche la dotazione patrimoniale del Gruppo, il CET 1, il Capitale utilizzato per far fronte alle cosiddette “perdite inattese”, che si attesta al 18,8% delle attività rischiose (+1,3% rispetto a dicembre 2018), ben oltre quello regolamentare (7% di base, CET1 del Tier 1+ 2,5% del Conservation Buffer) e superiore a quello delle banche definite “sistematicamente importanti” (Sifi) come Intesa San Paolo (CET 1 pari al 14,2%, dati al 30 settembre 2019).
Se nella semestrale 2019 le idee del gruppo erano ben chiare, Performance e Solidità, la relazione di settembre le ha ribadite “a gran voce”, aggiungendo anche l’Efficienza Operativa.
La sintesi della “partita” di questo trimestre 2019 è presto fatta: il Gruppo è partito dalla difesa proteggendo il capitale (aumento del CET 1), ha superato il centrocampo migliorando l’efficienza operativa, ha servito un ottimo assist incrementando il Margine di Intermediazione (+9,5%) ed ha segnato uno splendido goal che vale 9 milioni di Utile.








Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2018 La Notizia Pontina

To Top