Latina

“Abitare e riabilitare”

LaNotiziaPontina.it

Secondo di tre incontri organizzati dal dipartimento di salute mentale UOC Abilitazione e Residenze

Si è tenuto ieri, presso la Palazzina direzionale O.C.S.M. dell’Ospedale Goretti di Latina il secondo incontro “Abitare e riabilitare” organizzato dalla ASL, un momento di incontro e confronto sull’importante tema dell’“abitare” per i pazienti con patologia psichiatrica, quale percorso di crescita personale per un’autonomia futura.
L’Abitare come espressione della necessità di una persona di una dimora, di uno spazio di relazione profonda con la comunità, con il territorio oltre che uno spazio proprio, in cui tessere legami entro cui vivere e realizzarsi. L’Abitare come uno degli interventi previsti nel progetto globale costruito sul bisogno dell’utente frutto dell’integrazione socio-sanitaria.
Nella prima giornata, tenuta lo scorso 24 ottobre, erano presenti il direttore Generale ASL Latina Giorgio Casati, il Direttore sanitario Giuseppe Visconti, il direttore DSM Lino Carfagna, il direttore UOC Abilitazione e Residenze DSM. Ad aprire gli interventi, non a caso, è stato il Direttore della Direzione Regionale per l’inclusione Dott. Valentino Mantini che ha illustrato i principali contenuti ed obiettivi del Piano Sociale Regionale 2019-2021 “Prendersi cura – un bene Comune”.
Mantini ha sottolineato l’importanza dell’integrazione socio-sanitaria come risposta ad un uso sistemico delle risorse a vantaggio del percorso inclusivo di tutti i soggetti fragili. L’importanza della programmazione e della progettazione degli interventi di welfare in un percorso di rete che si sviluppa intorno al “bisogno”.
A questo proposito, nell’incontro, il Comune di Cisterna ha portato la testimonianza della sua esperienza di “supporto all’abitare” con la casa per pazienti psichici “Dalla stazione a casa di Eugenio”. 
“Una esperienza – sottolinea l’Assessore Federica Felicetti – che ci rende orgogliosi perché frutto di un lavoro congiunto e continuo tra i Servizi sociali comunali e il Dipartimento di salute mentale, avviato nel 2008 con la sottoscrizione del primo protocollo di intesa a testimonianza della sensibilità che da sempre il nostro Comune ha sul tema del sociale e sul lavoro di condivisione e collaborazione con tutti gli attori coinvolti. “Dalla stazione a casa di Eugenio” è frutto di un lavoro di “Comunità”: famiglie, quartiere, istituzioni, e mi auguro che la sperimentazione di questo nuovo modello di supporto all’Abitare porti ulteriori risorse da destinare a soggetti fragili, non solo a Cisterna ma a tutto il Distretto, i cui residenti sono i destinatari finali del progetto”.
Anche il Direttore Mantini, che nonostante gli impegni ha voluto seguire tutti i lavori della giornata, ha esternato il proprio entusiasmo nel riconoscere esempi pratici in cui si concretizza il percorso di integrazione da tempo avviato dalla Regione. Il Direttore ha manifestato la propria volontà di esportare l’esperienza del progetto di Cisterna in altre realtà del territorio regionale quale esempio di realizzazione concreta degli obiettivi di integrazione che il Piano Sociale si prefissa.








Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2018 La Notizia Pontina

To Top