Cisterna

Innamorato-Melchionna-Santilli: “Urbanistica: nuove proposte contro sistemi della vecchia politica”

“Finalmente si è svolta la Commissione Urbanistica, bloccata da tempo per l’ incapacita’ di fare quadro della maggioranza nella scelta di un nuovo Presidente della Commissione, purtroppo necessaria dopo la scomparsa di Ciro Santi. La maggioranza ha votato il Consigliere Esposito come nuovo presidente, seppur temporaneamente.

Quello che continua ad essere uguale e che non è mai cambiato è l’atteggiamento della Maggioranza, sempre poco preparata, poco pronta all’argomentazione e al confronto, anche se i punti all’ ordine del giorno sono importanti. In commissione infatti si e’ parlato di centinaia di milioni e di modifiche, le ennesime, al Piano Regolatore Generale, che il Consiglio Comunale dovrebbe avallare.

Motivo per cui noi tre Consiglieri di Opposizione, Santilli, Innamorato e Melchionna, ci siamo fatti promotori di una Proposta, Il tema al centro della nostra attenzione riguarda il sito delle Ex Manifatture del Circeo, il primo punto di discussione della Commissione, un sito Industriale dismesso ormai da tempo, su cui da anni, dal 2011 per l’esattezza, insiste la proposta di una Società per la realizzazione di un Centro commerciale.

In merito nessuna novità, sempre le solite proposte, come se a Cisterna non si possa fare altro che investire su questa tipologia immobiliare, senza neanche tener conto che le proposte fino ad ora avanzate hanno avuto esito negativo.

Il proponente è la GIAFRA s.r.l. una Società che ha sottoscritto un compromesso di acquisto del sito, compromesso che diventera’ una vera compravendita solo quando l’iter Urbanistico avra’ avuto esito positivo.

Vi e’ quindi una intenzione di acquisto ma ovviamente con riserva, e il nostro Comune rappresenterebbe il primo si a questo progetto.

La cosa interessante è che il Sito in questione è stato oggetto di sequestro con successiva Confisca da parte dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC in breve) dal 01.09.2015 e quindi parliamo di un terreno che, come legge prevede, può ricadere nell’interesse delle Pubbliche Amministrazioni.

Noi Consiglieri di opposizione nutriamo diverse perplessità sull’operazione, non solo riguardo all’effettivo introito economico legato ai Centri Commerciali, visti proprio come investimento nelle condizioni attuali in cui versa l’economia provinciale, ma anche Italiana, ma i dubbi sono accentuati dal capitale sociale della Società che a oggi sarebbe di soli 10.000,00 euro, un po’ pochini per la mole della costruzione.

Ci siamo riservati allora di fare una proposta, depositata agli atti durante la Commissione di oggi.

Vista la natura del sito oggetto di confisca di possibile interesse pubblico e visto l’interesse dimostrato dalla nostra Amministrazione nello studiare la possibilità di trovare aree idonee a contenere un Sito di Compostaggio, con conseguente importante risparmio economico per i nostri cittadini, vista l’ottima posizione dell’area a ridosso della Pontina, lontana dal centro abitato ma anche vicino ad altri comuni dell’area nord della Provincia, perché non verificare la possibilità di tale sito proprio per l’area di Compostaggio?

Aspettiamo di capire cosa ne pensa la nostra Amministrazione, se e come intende procedere, se ci sarà volontà di discutere di proposte o se tutto rimarrà fermo ai litigi interni e ai giochi politici, che nascondono solo interessi personali”.


Andrea Santilli (Partito Democratico), Gruppo Consiliare Innamorato-Melchionna








Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2018 La Notizia Pontina

To Top