Latina

Sicurezza sul lavoro, Filca Cisl e Inail insieme per ribadire l’impegno nel settore edile

LaNotiziaPontina.it

Sicurezza nei luoghi di lavoro, soprattutto nel mondo dell’edilizia. Questo l’argomento affrontato questa mattina nel corso di un seminario organizzato dalla Filca Cisl regionale e provinciale in collaborazione con la Cisl regionale e della provincia di Latina e la direzione regionale del Lazio dell’Inail. L’incontro, che si è tenuto al circolo cittadino di Latina, è servito per fare il punto sulla figura del “preposto” nell’ambito di una campagna informativa intrapresa da tempo dal sindacato di categoria degli edili proprio per sensibilizzare lavoratori e imprese sulla legge che ha introdotto questo ruolo che, in sostanza, si occupa di verificare in ogni istante che nel luogo di lavoro siano rispettate le normative sulla sicurezza e che chi opera non corra alcun pericolo nel pieno rispetto della normativa in materia.

L’apertura dei lavori è stata affidata al segretario provinciale della Filca Cisl, Polo Masciarelli a cui sono seguiti gli interventi del segretario generale della Ust Cisl di Latina, Roberto Cecere e del segretario regionale della Cisl Lazio, Rosita Pelecca. Tra i relatori anche il dottor Massimo Potestà, dirigente territoriale Inail di Latina e Frosinone, Eleonora Mastrominico, coordinatore Contarp regionale e Inail Lazio, Pasquale Desideri del Contarp regionale Inail Lazio, l’architetto Danilo Angelucci e il geometra Massimiliano Meloni dell’Usr Cisl e Filca Cisl Lazio.

Il segretario provinciale della Filca Cisl, Paolo Masciarelli ha voluto sottolineare l’impegno del sindacato sul fronte proprio della sicurezza e della formazione: “La nostra mission – ha affermato Masciarelli -, è centrare l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori, dalle istituzioni agli imprenditori, dai lavoratori ai rappresentanti della sicurezza, alla figura del Preposto, introdotta con il decreto 81/08, una figura che ormai è diventata centrale e di riferimento per ogni luogo di lavoro, una figura carica di aspettative, responsabilità e ruoli spesso non consapevolmente giocati e agiti. La nostra intenzione è quella di aiutare tali figure e tutti gli attori del sistema che entrano in contatto con loro, a capire qual è effettivamente la loro funzione ed il loro ruolo. In questa illustrazione non possiamo prescindere da una fotografia di quello che è il settore dell’edilizia attualmente, un settore sempre più frammentato dove il 90% delle aziende iscritte in cassa edile di Latina ha una dimensione di tre persone, e la tendenza è quella ormai di diminuire sempre più il numero medio di addetti. La stessa popolazione di lavoratori che rappresentiamo sta attraversando le tendenze demografiche generali e comuni agli altri settori, di invecchiamento e di aumento di manodopera immigrata. Queste due tendenze però nel nostro settore sono molto più marcate dato che il nostro è uno dei settori produttivi di primo ingresso e di più bassa scolarizzazione. Invecchiamento ed aumento della manodopera di origine straniera fanno scopa con i dati che l’Inail ci fornisce annualmente, e cioè che nonostante ci sia dal 2008 al 2018 un dimezzamento degli addetti del settore edile nella nostra provincia, il numero degli infortuni e soprattutto l’incidenza di quelli mortali sulla nostra provincia è rimasto pressoché invariato. Questo non fa che riconfermare che l’edilizia è un settore soggetto ad un rischio altissimo. Oggi siamo qui per promuovere la cultura della sicurezza e se vogliamo veramente intervenire sugli infortuni e sulla sicurezza, dobbiamo investire sulla cultura di lavoro e d’impresa; dobbiamo far si che il lavoro dell’edile sia considerato professionale, tecnico, appetibile e riconosciuto socialmente. Questo riconoscimento passa attraverso un cambiamento culturale di tutti gli attori del sistema, e noi della Filca e della Cisl lo abbiamo compreso da anni promuovendo due strumenti fondamentali di bilateralità e di partecipazione: l’Ente Unico Scuola Edile e Comitato Paritetico Territoriale, e il rappresentante territoriale dei lavoratori. Noi attori sindacali giochiamo un ruolo molto importante, siamo chiamati a parlare con i nostri iscritti, con i nostri lavoratori, a fargli formazione specifica e a sensibilizzarli, perché un solo morto in meno o un solo infortunio evitato in cantiere, per noi è un traguardo senza eguali”. Alle dichiarazioni di Masciarelli hanno fatto eco quelle del segretario provinciale della Ust Cisl di Latina, Roberto Cecere e del segretario regionale della Cisl, Rosita Pelecca che nei loro interventi hanno ribadito l’importanza del concetto di prevenzione e quindi di “formazione sulla sicurezza”: “Come sindacato – hanno affermato – dobbiamo essere presenti per coinvolgere, insieme alle imprese, i lavoratori nei processi di formazione alla sicurezza prima di entrare sul luogo di lavoro”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.














Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2020 La Notizia Pontina

To Top