Cisterna

Oggi pomeriggio i funerali di Elisa Ciotti

LaNotiziaPontina.it

Si svolgeranno oggi pomeriggio, alle ore 15.30, nella chiesa di San Francesco d’Assisi, a Cisterna, i funerali di Elisa Ciotti, 35 anni, uccisa a martellate dal marito Fabio Trabacchin, suo coetaneo, alle prime ore dell’alba di lunedì, nella loro villetta, al civico 16 di via Palmarola, nel quartiere San Valentino a Cisterna. Ieri pomeriggio, dalle 15.20 alle 17.50, il medico legale di Roma Vincenza Liviero e il consulente di parte per la difesa di Latina, dottor Giuseppe Manciocchi, hanno eseguito l’esame autoptico sul cadavere della donna nella camera mortuaria del cimitero di Cisterna. Tanti i famigliari presenti sul posto, tra questi il fratello Massimo e la cognata Giulia. «Non perdoniamo un omicidio – racconta Giulia – non ora, non si può giustificare e perdonare un omicidio». I rapporti tra le famiglie dei coniugi si erano incrinati da tempo secondo quanto racconta Massimo, fratello di Elisa. «Fabio non è venuto nemmeno al funerale di mio padre Ermanno, 7 anni fa – racconta Massimo – perché non andava d’accordo con la nostra famiglia. Io avevo ricucito i rapporti con mia sorella da due mesi ma lui non voleva, era contrario a questo avvicinamento, tendeva a isolarla». Alla veglia di preghiera di martedì sera nella chiesa di San Francesco “in memoria di Elisa, già accolta tra le braccia del Signore, e per la piccola Martina, affinché il Signore la aiuti in questo momento di dolore”, organizzata da don Joseph, c’erano tutte le mamme della quinta elementare con le maestre dell’Istituto delle Suore del Preziosissimo Sangue. Nella chiesa di San Francesco, nel centro della città, tutte le bambine e i bambini della classe di Martina hanno ricevuto lo scorso anno e due anni fa il Sacramento dell’Eucarestia. Il parroco che ha celebrato l’omelia, don Joseph, conosce bene tutti gli scolari dell’Istituto delle Suore che il prossimo anno frequenteranno la prima media. Don Joseph ha sottolineato di “Non giudicare – ha detto – e di evitare che l’odio porti altro odio. Io non mi sono accorto che dietro la vita di questa famiglia ci sia stata una situazione così difficile. Mi sento colpevole ma queste difficoltà familiari non erano emerse ai miei occhi. Preghiamo per Elisa, per il futuro di Martina e per Fabio. Preghiamo per tutti». Nella chiesa, gremita, erano presenti tutte le mamme della quinta elementare che andavano in classe con Martina. «È dura – dicono le mamme – siamo sconvolte ma unite ancora di più in questa disperazione, nel renderci conto ch Martina sarà orfana di madre e nel doverlo spiegare ai nostri bambini. Non potremo mai dimenticare la tragicità della fine di questo anno scolastico, terminato con un funerale».

Fonte: Il Messaggero di Latina a firma: Claudia Paoletti











Ultime Notizie

To Top