LA economia

Il movimento 5 stelle in prima linea a difesa dei diritti dei lavoratori precari ed a favore del salario minimo

Ancora una volta constatiamo come la strategia processuale messa in atto dal raggruppamento delle società a cui erano stati affidati i servizi di ausiliariato nelle scuole della provincia di Latina e di Frosinone non trova accoglimento nei provvedimenti della giustizia amministrativa.

L’ordinanza emessa nei giorni scorsi dalla VI sezione del consiglio di Stato, accogliendo il ricorso contro “Servizi Generali srl e ribaltando quanto deciso dal Tar del Lazio conferma in sostanza quanto già deciso nella sentenza del 3 aprile 2019, e cioè la fondatezza delle  ragioni che  hanno portato alla risoluzione per grave inadempimento della convenzione-quadro relativa al lotto 5, “la cui eventuale proroga alle condizioni economiche pari all’importo del prezzo di aggiudicazione si porrebbe peraltro in contraddizione con ogni logica ordinamentale, in quanto verrebbe a ‘legittimare’, quanto meno nel periodo della prorogatio, la condotta inadempiente dell’affidatario (e la relativa persistenza)”.

Nel libero gioco democratico è del tutto lecito difendere le posizioni imprenditoriali, evidentemente divergenti da quelle dei lavoratori che aspirano alla tutela della loro dignità dal punto di vista retributivo e di quella delle loro famiglie. Dignità che purtroppo, come è emerso dalle molteplici riunioni presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è stata ampiamente calpestata, lasciando per mesi i lavoratori senza stipendio.

Appena eletti una delle nostre prime preoccupazioni è stata prendere parte insieme ai sindacati al tavolo tecnico predisposto saggiamente dal dirigente delle risorse umane e finanziarie del Miur Jacopo Greco. Ci siamo schierati subito per la rescissione dei contratti attuativi della Convenzione Consip e poi una volta che le aziende del vecchio raggruppamento sono state estromesse abbiamo preso posizione contro il reintegro. Poiché è noto a tutti cosa è successo in questi anni, con lavoratori in preda alla disperazione che hanno minacciato gesti estremi. Non è questo il futuro che meritano questi lavoratori. Il Movimento 5 Stelle combatterà sempre per il reinserimento nel mondo del lavoro ed il salario minimo garantito, sono questi i nostri obbiettivi!

Dott.ssa Enrica Segneri, Commissione Lavoro

Dott. Raffaele Trano, Commissione Finanze

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *








Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2018 La Notizia Pontina

To Top