LA sport

Lazio – La Gran Via in bici: musica, cultura e tradizioni

Da Roma a Brindisi sulle tracce della Regina Viarum
UN CICLOTOUR PER SCOPRIRE IL PIÙ IMPORTANTE ASSE VIARIO DELL’ANTICHITÀ

FIAB Roma Ruotalibera in collaborazione con Folk Media promuove la riscoperta dell’Appia Antica in bicicletta: a tale scopo è stato programmato un cicloviaggio di 11 giorni da Roma a Brindisi. L’itinerario, che attraverserà tutte le antiche stazioni di cambio cavalli con ristoro e alloggi (dette mansiones), percorrerà l’antica Regina Viarum iniziata nel 312 a.C. dal censore romano Appio Claudio.
Al termine di alcune tappe, che nel complesso toccheranno 46 Comuni, si parteciperà a feste cittadine con spettacoli di musica popolare e degustazione di alimenti tipici locali.
L’iniziativa cicloculturale è stata illustrata in una conferenza stampa svoltasi a Roma presso la sede Fiab di Corso Vittorio Emanuele n. 266, inaugurata di recente dalla presidente nazionale Giulietta Pagliaccio.

La partenza del cicloviaggio è prevista per le ore 9 del 18 aprile 2019
da Roma Campidoglio con arrivo il 28 aprile a Brindisi
presso le Colonne terminali dell’Appia Antica

“La Fiab, associazione ambientalista per definizione – ha commentato Pasquale Cartella coordinatore regionale del Lazio della Federazione Italiana Amici della Bicicletta – sostiene tutti gli aspetti che investono e incentivano la ciclomobilità, dal Bike to Work fino al cicloturismo, dando impulso alle associazioni locali affinché si facciano promotrici di iniziative del genere. Il cicloturismo, in particolare, sta registrando una grande espansione rivelandosi un segmento traino per le economie territoriali”.
“La riscoperta dell’Appia Antica, dal cuore di Roma a Brundisium (Brindisi), rappresenta un obiettivo fondamentale per la valorizzazione del più importante asse viario dell’antichità – ha invece rimarcato Walter De Dominicis dell’associazione Fiab Roma Ruotalibera – Il piacere di poterla percorrere a piedi o in bicicletta, superando agevolmente alcune criticità, permetterà di riconoscere e apprezzare le testimonianze storiche e archeologiche che ancora si conservano lungo il suo tragitto. Pedalare per oltre seicentocinquanta chilometri sulle tracce della Regina Viarum significa attraversare la storia del Mezzogiorno d’Italia valicando colline, fiumi, laghi e borghi inconsueti che trasudano di antichità e civiltà. Non ha importanza se dopo 23 secoli dalla sua fondazione (312 a.C.) buona parte del suo tracciato è scomparso o cresciuto in modo disordinato: ci sorprendiamo invece che molte tracce del suo glorioso passato siano ancora lì a testimoniare la loro presenza. Iniziative come questa si trasformano in un’opportunità e un veicolo di diffusione culturale”.
Il progetto la Gran Via in Bici, al momento, gode del patrocinio della Regione Lazio, dell’VIII Municipio di Roma, dei Comuni di Velletri, di Terracina, di Benevento e di Brindisi. La creazione di una rete di mobilità dolce lungo “La Gran Via” deve avere pari dignità nella pianificazione territoriale del Centro Italia e del Mezzogiorno: una garanzia di approccio accettabile e garantita negli spostamenti. Inoltre i percorsi ciclabili dovrebbero penetrare nei centri storici, spesso fondati dai romani, con la duplice funzione di valorizzazione ambientale e promozione turistica.

La Gran Via in bici – il tour

Il percorso di oltre km 650 sarà percorso in bicicletta da ciclisti amatoriali allenati provvisti di Mountain Bike. I partecipanti al tour potranno essere ospitati in strutture convenzionate che hanno aderito al progetto.

Le tappe:

1) Roma – Velletri / km 42
2) Velletri -Terracina / km 74
3) Terracina – Minturno/ km 69
4) Minturno – S.M. Capua Vetere / km 65
5) S.M. Capua Vetere – Benevento / km 61
6) Pausa a Benevento (visita guidata)
7) Benevento – Bisaccia / km 79
8) Bisaccia – Venosa / km 61
9) Venosa – Gravina in Puglia / km 65
10) Gravina di Puglia – Taranto / km 92
11) Taranto – Brindisi / km 76

Il cammino dell’Appia Antica

L’abbiamo ricoperta di tangenziali, parcheggi, supermercati, campi da arare, cave, acciaierie,
sbarrata con cancelli, camuffata con cento altri nomi, presa talvolta a picconate peggio dell’Isis.
Abbiamo lasciato che quattro quinti dei monumenti del tratto romano finissero in mano a privati. Ma lei resisteva, testardamente. Si ostinava a indicare una direzione nel cuore del Mediterraneo.
Ci lanciava segnali. Dagli anni del Gran Tour in poi si sono accorti di lei urbanisti, storici, archeologi, fotografi, scrittori, giornalisti, pubblici amministratori. Ma essa chiedeva qualcosa di semplice e modesto. Essere lasciata in pace. Essere percorsa, vissuta.
(Paolo Rumiz, Appia)

Finalità del progetto

● Organizzare un viaggio per scoprire l’Appia Antica, la madre di tutte le vie.
● Tabellare il percorso mediante l’installazione di cartelli informativi da parte dei comuni coinvolti che possano servire per tutti coloro che negli anni a seguire vorranno vivere questa esperienza a piedi o in bici.
● Promuovere e diffondere la conoscenza del “territorio“, soprattutto del loro patrimonio di storie, culture e tradizioni, assegnando il giusto riconoscimento al mondo rurale e alle aziende che con passione resistono ai processi di industrializzazione e omologazione.
● Incentivare il turismo e le occasioni di incontro tra artisti, artigiani, operatori culturali e le imprese dei territori.

Festival itinerante “Appia Antica”

Il progetto realizzato in collaborazione con le amministrazioni comunali locali prevede, per le edizioni dei prossimi anni, l’organizzazione delle seguenti iniziative:

● Tabellazione con il cartello “Città dell’Appia Antica”.
● Mostra/mercato dell’enogastronomia del “Territorio”
● Alcune osterie o punti ristoro potranno adottare il menù “Appia Antica” e organizzare la degustazione dei prodotti tipici locali
● Incontro con la cittadinanza e consegna della targa “Città dell’Appia Antica”
● Festa cittadina con concerto di musica popolare.

Comuni coinvolti

I 46 Comuni coinvolti dal passaggio dei ciclo-viaggiatori, che nel prossimo futuro saranno tabellati con il cartello “Città dell’Appia Antica”:

Roma – Castel Gandolfo – Albano Laziale – Ariccia – Genzano di Roma – Velletri – Cisterna di Latina – Latina – Pontinia – Terracina – Monte San Biagio – Fondi – Itri – Formia – Minturno – Cellole – Mondragone – Grazzanise – Capua – S. M. Capua Vetere – Caserta – San Nicola La Strada – Maddaloni – Cervino – Santa Maria a Vico – Arpaia – Montesarchio – Benevento – Venticano – Mirabella Eclano – Grottaminarda – Bisaccia – Aquilonia – Rocchetta Sant’Antonio – Melfi – Venosa – Palazzo S. Gervasio – Gravina di Puglia – Altamura – Palagiano – Taranto – San Giorgio Ionico – Carosino – Oria – Mesagne – Brindisi.

Info:

  • Walter De Dominicis Cell: 338 6245006 – walterdedo14@gmail.com
  • Giorgio Tupone Cell: 392 6788415 – gtupone@gmail.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *








Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2018 La Notizia Pontina

To Top