LA centro

Latina – Concluse le indagini preliminari della Magistratura sul sodalizio Crupi

L’ 8 aprile 2019, i militari  del locale nucleo investigativo, all’esito di un’attività d’indagine nei confronti di un noto sodalizio criminale calabrese, capeggiato dalla famiglia Crupi, affiliata alla cosca “Commisso” di Siderno (RC), notificavano, l’avviso della conclusione delle indagini preliminari, emesso dal  sost. Proc. Della Repubblica presso il Tribunale di Latina dott. Giuseppe Miliano, che ha coordinato l’attività investigativa condotta dai carabinieri, nei confronti di 7 persone ritenute responsabili a vario titolo di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio in concorso. 

Le indagini avevano consentito di accertare che erano state alterate le richieste finalizzate ad ottenere il condono degli abusi edili insanabili del centro sportivo “Central Park”, riconducibile alla società “Effe4” di  C. R. N., 53enne originario di Siderno, ubicata a Latina – frazione Borgo Carso, e quella di un immobile di proprietà di una donna, G.M.  74 enne residente a Latina.

  • D. G. R., 56 enne di Latina, geometra istruttore dei condoni edilizi del comune di Latina, era stato indotto ad eseguire atti contrari al proprio ufficio evitando la rimozione dei citati abusi, mediante la dazione, in entrambi i casi, della somma di 500 euro;
  • P.G., 54 enne di Latina all’epoca ingegnere capo dell’ufficio condono ed antiabusivismo del comune di Latina, era stato corrotto per consentire l’ampliamento del motodromo ubicato all’interno del suddetto “Central Park”, pur in assenza dei prescritti permessi edilizi, in cambio della somma di 200 euro circa fittiziamente versata sul conto corrente di una società sportiva dilettantistica.










Le Più Lette

To Top