LA scuola

Cisterna – “Giornata Mondiale della Felicità” alla Bellardini di Collina dei Pini

E’ stata una giornata speciale, quella di mercoledì 20 Marzo 2019, per gli alunni del plesso “Antonio Bellardini”, scuola appartenente all’Istituto Comprensivo “Leone Caetani” di Cisterna di Latina.

E’ stata una giornata speciale, quella di mercoledì 20 Marzo 2019, per gli alunni del plesso “Antonio Bellardini”, scuola appartenente all’Istituto Comprensivo “Leone Caetani” di Cisterna di Latina. In occasione della  “Giornata Mondiale della felicità” e in concomitanza dell’arrivo della primavera, tutti i bambini di scuola dell’Infanzia e Primaria, insieme ai propri genitori, sono stati coinvolti in una grande manifestazione intitolata “Risveglio in musica”, il primo dei tre appuntamenti  previsti nel progetto di plesso “A scuola senza zaino”. La giornata è iniziata coinvolgendo l’intera scolaresca in modo ludico attraverso esercizi e giochi volti al risveglio del proprio corpo, al fine di promuovere una consapevolezza più profonda della propria fisicità. Grazie alle emozioni suscitate dall’ascolto di musica classica, pop e rap, piccoli e grandi sono stati impegnati, in modo gioioso e coinvolgente, nella realizzazione di rappresentazioni grafiche e nella realizzazione di strumenti musicali costruiti con materiale riciclato facilmente reperibile. Le attività proposte sono state progettate e realizzate dal gruppo docente con la convinzione che il nostro stato di benessere sia strettamente legato al mondo delle emozioni, secondo quanto sostenuto da alcuni studi psicopedagogici supportati da recenti scoperte nelle neuroscienze, poiché si pensa che proprio le emozioni svolgano una funzione di coordinamento tra la mente e il corpo, organizzando la percezione, il pensiero, la memoria, le interazioni sociali e i comportamenti dell’essere umano. Per questo l’arte, nelle forme proposte nella manifestazione che si è svolta nella scuola “Antonio Bellardini”, costituisce un canale privilegiato, che muove e “risveglia” emozioni attraverso “il Fare”. La scuola, in questa occasione, ha aperto le porte alle famiglie, che hanno collaborato fattivamente nei laboratori proposti, dando la propria disponibilità e offrendo le proprie competenze in campo musicale e artistico. L’intento del progetto, perseguito dal gruppo docente, è stato quello di far vivere agli alunni la comunità scuola in modo più ampio collaborando con i genitori al raggiungimento di un fine comune. L’idea di fondo, infine, è stata quella di promuovere negli alunni la consapevolezza di quanto sia meravigliosa la vita che ci è stata donata.











Le Più Lette

To Top