LA cronaca

Aprilia- Ucciso con un pugno a Campo di Carne, arrestata la guardia giurata

Morto dopo aver ricevuto un pugno al volto, in seguito all’incidente stradale avvenuto il 29 luglio scorso nei pressi del Bar Tomei di Campo di Carne. Un omicidio preterintenzionale, per il quale è finito in manette ieri T. Giovanni. Il 44enne di Aprilia faceva parte del gruppo composto da tre persone, residenti nella traversa di via Guardapasso, che la sera dello scorso luglio aveva notato l’auto con a bordo tre persone, tra cui la vittima, il marocchino Zaitouni Hadji, parcheggiata lungo la via senza uscita. Sospettando potesse trattarsi di ladri, i tre si erano dati all’inseguimento della vettura, fuggita verso via Nettunense. Le immagini immortalate dalla telecamera del bar di Campo di Carne erano state preziose per ricostruire gli ultimi momenti di vita di Zaitouni. L’auto sulla quale viaggiava, inseguita da due residenti e dal 44enne ora ristretto ai domiciliari, si era scontrata contro un muretto finendo fuori strada. Un impatto lieve, tanto che conducente e passeggero erano riusciti a fuggire prima che sopraggiungesse l’auto con a bordo gli inseguitori. Zaitouni invece, stordito ma ancora in vita, era sceso dall’auto senza riuscire a fuggire. Secondo le indagini condotte dai militari e gli accertamenti predisposti sul caso, a ucciderlo sarebbe stato il pugno in pieno volto sferrato dalla guardia giurata, che poi si era allontanato dal luogo del delitto. I filmati lo immortalavano mentre risaliva in auto, con la pistola d’ordinanza ben visibile incastrata nella cintura dei pantaloni. Ora dovrà rispondere davanti al giudice di omicidio preterintenzionale.











Le Più Lette

To Top