LA sport

SuperLega Credem Banca 11a giornata di ritorno: blitz al tie break per Latina nel derby

Risultati 11a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca: 
Emma Villas Siena-Azimut Leo Shoes Modena 2-3 (14-25, 19-25, 29-27, 30-28, 9-15); Itas Trentino-Consar Ravenna 3-0 (25-23, 25-17, 25-22); Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Top Volley Latina 2-3 (25-21, 25-19, 22-25, 23-25, 15-17); Calzedonia Verona-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-16, 25-15); Vero Volley Monza-BCC Castellana Grotte 3-1 (23-25, 25-15, 25-19, 26-24).

Giocate sabato 9 marzo 2019:
Cucine Lube Civitanova-Revivre Axopower Milano 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-21);
Sir Safety Conad Perugia-Kioene Padova 3-0 (25-19, 25-18, 25-22).

Calzedonia Verona – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-16, 25-15) – Calzedonia Verona: Spirito 3, Manavinezhad 7, Solé 6, Boyer 19, Kaziyski 10, Alletti 11, Giuliani (L), De Pandis (L), Pinelli 0. N.E. Marretta, Birarelli, Sharifi. All. Grbic. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Zhukouski 2, Skrimov 7, Vitelli 2, Al Hachdadi 16, Barreto Silva 5, Mengozzi 7, Cappio (L), Marsili 0, Strohbach 3, Lopez 0, Presta 0. N.E. Focosi, Domagala. All. Bagnoli. ARBITRI: Simbari, Boris. NOTE – Spettatori 3972, durata set: 25′, 25′, 25′; tot: 75′. MVP: Boyer.

All’Agsm Forum la Calzedonia Verona porta a casa una vittoria rotonda su Vibo Valentia. Dopo un primo set cominciato con un buon equilibrio, i gialloblù trascinati da un super Boyer spaccano il match e gli uomini di coach Bagnoli, orfani di Marra, non riescono a tenere il passo. Il secondo set si decide già dal break iniziale di cinque punti per i padroni di casa. Vibo risale la china con Al Hachdadi in battuta, ma un sontuoso mani out di Boyer amplia il divario. L’ultimo parziale promette più equilibrio, Vibo si mantiene avanti di una lunghezza fino a che la combinazione ace-muro di Alletti e il triplo ace di Boyer fanno saltare il tavolo.

Spettatori: 3.972
MVP: Stephen Boyer (Calzedonia Verona)

Nikola Grbic (allenatore Calzedonia Verona): “Facile parlare dopo una vittoria così, sono contentissimo della reazione dei ragazzi. Non era una partita semplice, siamo stati aggressivi e concentrati, diversi dalle ultime due settimane. Era importante vincere e convincere, abbiamo fatto entrambe le cose. Spero di continuare ad allenarci così, sono sicuro che il risultato si vedrà nel gioco. Sono davvero contento di tutti i ragazzi, hanno affrontato la gara molto bene”.
Stefano Mengozzi (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Da ex è sempre bello tornare a Verona, non posso nascondere l’emozione. Per noi la partita è stata amara. Sapevamo che non sarebbe stato facile, loro sono dotati di grandi battitori, abbiamo impattato bene il primo tempo, ma ci è mancato qualcosa per vincerlo, e a partire da lì abbiamo commesso degli errori e la partita ci è sfuggita di mano”.
 

Vero Volley Monza – Bcc Castellana Grotte 3-1 (23-25, 25-15, 25-19, 26-24) – Vero Volley Monza: Orduna 0, Dzavoronok 28, Yosifov 13, Buchegger 20, Botto 2, Beretta 4, Giannotti 1, Rizzo (L), Buti 0, Galliani 5. N.E. Arasomwan, Calligaro, Plotnytskyi. All. Soli. Bcc Castellana Grotte: Falaschi 3, Wlodarczyk 20, Studzinski Rodrigues 9, Zingel 14, Mirzajanpourmouziraji 11, Scopelliti 7, Pace (L), Cavaccini (L), Quartarone 0. N.E. Agrusti, Kruzhkov. All. Di Pinto. ARBITRI: Spinnicchia, La Micela. NOTE – Spettatori 1285, durata set: 30′, 25′, 27′, 39′; tot: 121′. MVP: Dzavoronok.

Domenica di sorrisi per la Vero Volley Monza. I monzesi battono 3-1 la BCC Castellana Grotte davanti al pubblico amico della Candy Arena, portandosi a casa tre punti che valgono il nuovo settimo posto in classifica e la matematica qualificazione, per la terza stagione da quando sono in SuperLega, ai Play Off Scudetto. La sfida contro i pugliesi, già retrocessi, conferma le insidie previste alla vigilia. I brianzoli fanno fatica a entrare in partita e a trovare la concentrazione necessaria per limitare le giocate di Wlodarczyk (20 punti finali per lui), con la squadra di Di Pinto capace di trovare la giusta ispirazione e l’entusiasmo per aggiudicarsi il primo set. I monzesi però reagiscono nel secondo: Dzavoronok schiaccia fortissimo (MVP della gara con 28 punti, 7 ace, 1 muro ed il 67% in attacco), Buchegger e Yosifov murano con continuità i tentativi dei pugliesi, che perdono lucidità e con loro l’efficacia del prologo di gara. La Vero Volley si impone anche nel terzo con serenità, faticando nel quarto ma rinsavendo nel finale complice un’altra accelerazione dello schiacciatore ceco, devastante con i suoi assoli per infiammare il pubblico monzese e guidare i suoi al dodicesimo successo stagionale, il quarto casalingo. Sabato prossimo i monzesi ospitano Siena: a due giornate dal termine ogni sfida può essere decisiva per la posizione finale.

Spettatori: 1.285
MVP: Donovan Dzavoronok (schiacciatore Vero Volley Monza)

Fabio Soli (allenatore Vero Volley Monza) : “Una squadra che ha ambizione di provare a fare un salto di qualità deve approcciare in modo differente gare del genere. Ormai siamo a Marzo, da qui a venti giorni ci giochiamo una stagione intera: un’idea che noi stessi ci faremo della nostra stagione e del lavoro svolto. Questa gara, tre punti conquistati a parte, andava approcciata in maniera diversa. Ora testa alla prossime sfide che ci aspettano”.

Vincenzo Di Pinto (allenatore BCC Castellana Grotte): “Anche stasera, nonostante la sconfitta, abbiamo dimostrato di avere carattere. A differenza delle ultime gare giocate, però, non siamo riusciti a esprimere tutte le nostre potenzialità. Il primo set potevamo e dovevamo chiuderlo prima, provando a creargli difficoltà nel secondo. Invece non siamo scesi in campo con la cattiveria giusta e, dopo aver vinto il primo set, abbiamo perso la determinazione per vincere il quarto”.

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Top Volley Latina 2-3 (25-21, 25-19, 22-25, 23-25, 15-17) – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Kedzierski 3, De Barros Ferreira 20, Caneschi 6, Petkovic 31, Fey 8, Di Martino 4, Bonami (L), Marrazzo 2, Mauti (L), Bermudez 0, Esposito 0. N.E. Rawiak, Farina. All. Barbiero. Top Volley Latina: Sottile 3, Palacios 11, Rossi 13, Stern T. 14, Ngapeth 9, Gitto 3, Caccioppola (L), Santucci (L), Gavenda 1, Barone 9, Parodi 13, Huang 0. N.E. Stern Z.. All. Tubertini. ARBITRI: Saltalippi, Zavater. NOTE – Spettatori 929, incasso 3887, durata set: 26′, 24′, 31′, 29′, 22′; tot: 132′. MVP: Parodi.

Parte in quarta la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che al PalaCoccia di Veroli mette subito sotto la Top Volley Latina 2 set a 0. L’attesissimo e appassionante derby si riapre nel terzo set. Così Latina parte alla rincorsa e, contro una Sora che aggancia ma non rilancia, ribalta la gara portandola al tie break. Quinto set che ripercorre e riassume l’andamento dei precedenti con i ragazzi di coach Barbiero avanti, quelli di Tubertini a pareggiare e sorpassare, e i vantaggi che riaprono ogni risultato possibile con il finale più bello scritto ancora una volta dalla Top Volley.

Alla sesta gara ufficiale tra i due club, Sora non riesce a sfatare il tabù dei precedenti con Latina a segno 6 volte su 6. Il team di casa va comunque a punti per la terza giornata consecutiva riuscendo a rendere, per quanto possibile data la già matematica salvezza, ancora più interessante il finale di Campionato con la classifica che ora la vede appaiata a quota 25 pari merito con Latina e Ravenna. I pontini e i romagnoli, però, hanno una gara vinta in più.

Spettatori: 929
MVP: Simone Parodi (Top Volley Latina)

Mario Barbiero (allenatore Globo Banca Popolare del Frusinate Sora): “E’ stata una partita alterna, a tratti una buona gara. Volevamo e potevamo vincerla, ma sono contento della mia squadra perché, anche oggi, ha dimostrato di saper giocare alla parisfide importanti come già accaduto durante la stagione. Purtroppo abbiamo subito una sconfitta, ma il risultato più importante è la permanenza in SuperLega”.
Lorenzo Tubertini (allenatore Top Volley Latina): “Siamo riusciti a entrare in partita. All’inizio siamo partiti bene in attacco, ma abbiamo faticato in fase break, la battuta rallentava. Poi, dal terzo in avanti, il servizio ha incominciato a entrare e la fase break a migliorare. La partita poi ha trovato un equilibrio e siamo arrivati al tie break. Una o due occasioni dalla nostra parte e l’abbiamo portata a casa”.

Emma Villas Siena – Azimut Leo Shoes Modena 2-3 (14-25, 19-25, 29-27, 30-28, 9-15) – Emma Villas Siena: Giraudo 0, Ishikawa 16, Gladyr 16, Hernandez Ramos 22, Vedovotto 0, Cortesia 0, Caldelli (L), Giovi (L), Van De Voorde 0, Marouflakrani 1, Maruotti 2, Mattei 0, Savani 6, Spadavecchia 1. N.E. All. Cichello. Azimut Leo Shoes Modena: Keemink 0, Urnaut 12, Anzani 0, Zaytsev 30, Bednorz 4, Holt 10, Pierotti (L), Rossini (L), Tillie 2, Kaliberda 11, Mazzone 11. N.E. Pinali, Van Der Ent, Lusetti. All. Velasco. ARBITRI: Cappello, Sobrero. NOTE – Spettatori 2650, incasso 23851, durata set: 22′, 25′, 34′, 34′, 20′; tot: 135′. MVP: Zaytsev.

Che emozioni al PalaEstra! I 2650 appassionati del palazzetto dello sport di viale Sclavo vivono straordinarie sensazioni domenicali, con Modena capace di vincere abbastanza agevolmente i primi due set per poi vedere una sontuosa reazione da parte di Siena, grintosa e brava a non mollare vincendo ai vantaggi terzo e quarto parziale per la gioia dei tifosi biancoblù. Nel terzo set Hernandez e Ishikawa mettono insieme 15 punti. Nel quarto è l’opposto cubano a spingere i suoi, con 6 punti a segno tra cui l’ace che porta la sfida al tie break. Modena si aggiudica l’ultimo atto con il risultato di 9-15.

Spettatori: 2.650.
Incasso: 23.852 euro
Mvp: Ivan Zaytsev (Azimut Leo Shoes Modena).

Juan Manuel Cichello (allenatore Emma Villas Siena): “La squadra ha avuto una bella reazione nel terzo e nel quarto set. Nei primi due loro hanno servito splendidamente. Noi abbiamo fatto un po’ fatica all’inizio, ma sono contento della reazione e del fatto che la squadra ha lottato in campo. Affrontavamo una formazione di alto livello, dispiace di avere perso ancora un tie break. Ci mancano due finali. La città, la società, il presidente si meritano la Superlega. Dovremo giocare con maggiore continuità, ancora c’è una possibilità di salvezza, dobbiamo vincere le prossime due partite”.
Julio Velasco (allenatore Azimut Leo Shoes Modena): “Vorrei vedere le altre squadre giocare tutti i match con il secondo palleggiatore. Poi giochiamo con Keemink, e va benissimo così. Non abbiamo vinto al terzo set? Non si possono vincere tutti i parziali, così come non si possono vincere tutte le gare. Comunque io sono contro la cultura degli alibi, abbiamo vinto contro una squadra che ha giocato bene. Dobbiamo crescere, questo sì, comunque questa volta abbiamo continuato a combattere e anche nei momenti non semplici abbiamo tenuto botta. Per questo motivo sono soddisfatto. Dobbiamo migliorare e arrivare bene ai Play Off”.

Itas Trentino – Consar Ravenna 3-0 (25-23, 25-17, 25-22) – Itas Trentino: Giannelli 2, Kovacevic 16, Candellaro 4, Vettori 9, Russell 13, Codarin 9, De Angelis (L), Grebennikov (L), Nelli 1, Van Garderen 1, Cavuto 0. N.E. Daldello. All. Lorenzetti. Consar Ravenna: Saitta 0, Poglajen 7, Verhees 10, Rychlicki 15, Raffaelli 9, Russo 6, Marchini (L), Goi (L), Argenta 0, Di Tommaso 1. N.E. Elia, Smidl. All. Graziosi. ARBITRI: Puecher, Lot. NOTE – Spettatori 2880, incasso 21723, durata set: 30′, 29′, 35′; tot: 94′. MVP: Kovacevic.

L’Itas Trentino risponde a Perugia e Civitanova (a segno sabato sera nei rispettivi anticipi casalinghi) e si riprende il secondo posto in classifica di SuperLega Credem Banca 2018/19 grazie al 3-0 confezionato stasera alla BLM Group Arena con Ravenna. Di fronte al proprio pubblico i Campioni del Mondo soffrono solo in avvio e nella parte finale del match per imporre la propria legge; l’undicesima vittoria casalinga di questa Regular Season elimina definitivamente Ravenna dalla corsa ai Play Off Scudetto. I romagnoli, soprattutto con Rychlicki, hanno provato a vendere cara la pelle ma trovando di fronte un Kovacevic in forma strepitosa e capace di ricomporre gli strappi apportati dalla Consar, dando il là poi agli assoli dei gialloblù. Fra le fila dei padroni di casa bella conferma anche per Codarin (4 muri con il 67% a rete), sempre più a suo agio al centro della rete.

Spettatori: 2.880
MVP: Uros Kovacevic (Itas Trentino)

Uros Kovacevic (Itas Trentino): “Volevamo a tutti i costi questa vittoria da tre punti per continuare la corsa per il miglior piazzamento possibile in Campionato. Ci siamo riusciti e siamo contenti, anche perché Ravenna non ci ha dato tregua in nessun momento. E’ quindi un 3-0 carico di significati”.
Gianluca Graziosi (allenatore Consar Ravenna): “Dispiace perché anche oggi abbiamo fatto una buona prova; abbiamo tenuto testa all’Itas in casa sua, però torniamo a mani vuote. C’è rammarico, prendiamo la buona prestazione e cerchiamo di riproporla domenica in casa con Padova. Ce la siamo giocata alla pari in quasi tutti i fondamentali; Trento è stata più brava nel contrattacco su palla alta, noi forse abbiamo creato anche più occasioni di loro e a pallavolo logicamente vince chi la palla la mette per terra. In battuta il computo battute vincenti-battute sbagliate è a vantaggio loro. Abbiamo provato anche a cambiare qualcosa, però merito a Trento che, come all’andata, non ci ha regalato niente”.

Giocate sabato 9 marzo 2019: 
Sir Safety Conad Perugia – Kioene Padova 3-0 (25-19, 25-18, 25-22) – Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 2, Lanza 8, Podrascanin 4, Atanasijevic 15, Leon Venero 21, Ricci 6, Colaci (L), Piccinelli 0, Della Lunga 0, Hoag 0, Seif 0. N.E. Hoogendoorn, Galassi. All. Bernardi. Kioene Padova: Travica 2, Louati 8, Polo 9, Torres 11, Cirovic 3, Volpato 6, Bassanello (L), Danani La Fuente (L), Cottarelli 0, Barnes 3. N.E. Lazzaretto, Premovic, Sperandio. All. Baldovin. ARBITRI: Frapiccini, Curto. NOTE – Spettatori 3354, durata set: 26′, 26′, 28′; tot: 80′. MVP: Leon.

Cucine Lube Civitanova – Revivre Axopower Milano 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-21) – Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 3, Juantorena 12, Simon 14, Sokolov 17, Leal 14, Cester 5, Balaso (L), Marchisio (L), D’Hulst 0, Cantagalli 1, Diamantini 1, Kovar 0. N.E. Stankovic, Massari. All. De giorgi. Revivre Axopower Milano: Sbertoli 2, Clevenot 8, Kozamernik 7, Abdel-Aziz 17, Maar 18, Bossi 9, Hoffer (L), Izzo 0, Pesaresi (L), Hirsch 2, Cebulj 1. N.E. Gironi, Basic, Baldizzone. All. Giani. ARBITRI: Santi, Zanussi. NOTE – Spettatori 3.084, incasso 30.180 euro, durata set: 28′, 29′, 30′, 28′; tot: 115′. Bruno (Cucine Lube Civitanova).

Classifica: 
Sir Safety Conad Perugia 63, Itas Trentino 60, Cucine Lube Civitanova 59, Azimut Leo Shoes Modena 47, Revivre Axopower Milano 45, Calzedonia Verona 40, Vero Volley Monza 36, Kioene Padova 35, Consar Ravenna 25, Top Volley Latina 25, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 25, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Emma Villas Siena 15, BCC Castellana Grotte 10.

Prossimo turno
12a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca
Sabato 16 marzo 2019, ore 18.00 

Vero Volley Monza – Emma Villas Siena Diretta RAI Sport + HD
diretta streaming su raiplay.it
Domenica 17 marzo 2019, ore 18.00 
BCC Castellana Grotte – Cucine Lube Civitanova Diretta Lega Volley Channel 
Top Volley Latina – Calzedonia Verona Diretta RAI Sport + HD 
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Revivre Axopower Milano Diretta Lega Volley Channel 
Consar Ravenna – Kioene Padova Diretta Lega Volley Channel 
Sir Safety Conad Perugia – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora Diretta Lega Volley Channel 
Domenica 17 marzo 2019, ore 19.00
Azimut Leo Shoes Modena – Itas Trentino Diretta RAI Sport + HD
diretta streaming su raiplay.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.








Le Più Lette

LA NOTIZIA PONTINA Registrazione al Tribunale di Latina Nr.2 del 12/02/2018 Direttore responsabile: Daniele Ronci Proprietà: Blues Eventi srls - corso della Repubblica 270 - Cisterna di Latina info: redazione@lanotiziapontina.it

Copyright © 2018 La Notizia Pontina

To Top