LA sport

Terracina – Michela Sciscione: credo nella squadra, il ritorno saranno tredici finali

Nel prossimo week end avrà inizio il girone di ritorno del campionato di serie C e la Volley Terracina sarà impegnata tra le mura amiche del PalaCarucci contro la formazione della Pol. Casal de’ Pazzi, battuta in trasferta nella gara d’esordio del campionato e che è rilegata nelle posizioni di coda della classifica.

Ma prima di affrontare l’analisi del prossimo match, andiamo un po’ a fare il bilancio di questo girone di andata terminato da poco, buttando uno sguardo anche a come sarà quello di ritorno, le aspettative e speranze della squadra biancoceleste attraverso le parole della regista della formazione di coach Pesce, il metronomo del gioco, colei che distribuisce palloni invitanti alle sue attaccanti, la palleggiatrice Michela Sciscione.

E’ stata sicuramente una prima metà di campionato molto positiva, abbiamo iniziato il campionato molto bene, inanellando una serie di vittorie consecutive, anche contro squadre molto ben attrezzate che ci ha permesso di comandare la classifica per un paio di mesi e tenere alto il nostro morale. La nostra amalgama tra i reparti è andata via via migliorando, come era ovvio, ed abbiamo fatto un gran bel lavoro, considerato anche che essendo la capolista trovavamo di fronte in ogni partita, squadre agguerrite: certo, abbiamo perso gli scontri diretti contro Viterbo e Cisterna, ma oltre a rendere merito alle loro vittorie, in quanto sono due squadre veramente forti, posso certamente affermare che ce la siamo giocata alla pari con entrambe e con un pizzico di cinismo e malizia in più, avremmo potuto portare a casa le vittorie.”

Domenica inizia il girone di ritorno, affrontate il Casal de’ Pazzi, formazione già battuta all’andata, ma questo non significa che il match avrà un esito scontato, ora ogni partita è un’altra storia, un altro capitolo di un libro, da leggere pagina dopo pagina con la fine ancora lontana.

Esattamente, ogni gara avrà il significato di una finale, giocarle tutte come se fosse l’ultima, senza commettere l’errore di sottovalutare l’avversario, chiunque esso sia. Noi stiamo lavorando duramente ogni giorno, il nostro gioco è decisamente più fluido rispetto all’inizio ed abbiamo ancora margini di crescita, ma come noi credo che anche le altre abbiano trovato un’intesa migliore rispetto a qualche tempo fa e quindi ci sarà da battagliare in ogni match. Ripeto, l’esperienza mi dice di non dover sottovalutare nessuno, ci sono partite apparentemente semplici che nascondono insidie ed è fondamentale rimanere concentrate e farsi trovare pronte. Io sono fiduciosa, credo ciecamente nella mia squadra e in ogni mia compagna, nello staff tecnico e nella società, tutto può ancora accadere, avremo in questo ritorno meno pressioni addosso, non essendo più la capolista, dobbiamo tirare fuori gli artigli e, come detto prima, essere ciniche e smaliziate nei momenti decisivi di ogni match, poi come sempre sarà il campo a dare il giusto verdetto.”











Le Più Lette

To Top