LA cronaca

Cisterna – Applicato l’ex art. 100 T.U.L.P.S. ad un bar, sospesa la licenza per i gravi incidenti successi nei giorni scorsi

Personale del Commissariato di Cisterna ha dato esecuzione ad un provvedimento di chiusura per giorni 7, ai sensi dell’art 100 T.U.L.P.S., emanato nei confronti del titolare dell’esercizio bar e ristorazione di Cisterna.
Il provvedimento consegue agli episodi accaduti domenica 4 dicembre, quando personale della squadra volante interveniva d’urgenza, poiché allertato da chiamate al 113 di cittadini, che segnalavano una violenta rissa appena fuori l’esercizio pubblico.
All’esito dell’intervento che, necessitava l’uso di pistole all’oleum capsicum, venivano bloccati e denunciati per rissa aggravata due uomini di origine rumena, di cui uno, aveva riportato lesioni gravi con prognosi superiore ai 40 giorni. Gli accertamenti effettuati consentivano di appurare che da ore i due indagati, unitamente ad altri connazionali, si intrattenevano all’interno del BAR ove veniva incautamente somministrata loro una quantità di alcolici, tale da determinare un evidente stato di ubriachezza che provocava già all’interno del locale le prime schermaglie per futili motivi. Giunto all’orario di chiusura e soddisfatti i suoi interessi commerciali, il gestore chiudeva l’esercizio allontanandosi senza segnalare immediatamente la rissa proseguita e degenerata fuori del suo locale e della quale era a conoscenza. La grave turbativa per l’ordine e la sicurezza, era da ritenersi anche oggettivamente collegata all’irresponsabile somministrazione di alcolici e alla non immediata segnalazione del degenerare della situazione. Da ciò il provvedimento questorile di chiusura del locale, a norma dell’art. 100 TULPS.
L’eventuale ripetersi di analoghe situazioni potrà comportare la revoca della licenza di esercizio.











Le Più Lette

To Top