LA politica

Cisterna – Dopo “Noi con Cisterna” anche “Cisterna Sociale” perde pezzi

Con una nota i militanti cisternesi di CasaPound hanno voluto chiarire la loro posizione in merito alle prossime elezioni del 6 gennaio 2019.
Il partito della tartaruga frecciata non sostiene il candidato Gianluca Del Prete.
“L’esperienza elettorale della lista civica Cisterna Sociale è terminata lo scorso 10 Giugno – si legge nella nota diffusa nella giornata di oggi – le ragioni di quella scelta sono già state delucidate a tempo debito.
Lieti nell’aver appreso che sia stata ripristinata la legalità, lasciamo che il 6 gennaio gli elettori prendano la scelta più adeguata per la nostra città, tirandoci fuori da questa lotta fratricida e proiettandoci verso il futuro”.
Inoltre, viene rimarcato il distacco ormai avvenuto dalla lista civica Cisterna Sociale facendo notare che non tutti i candidati di tale lista siano dei militanti di CasaPound, e che quindi vada messa una pietra su un capitolo passato.
“CasaPound è un partito riconosciuto legalmente a tutti gli effetti e che rientra a pieno nella competizione democratica della nostra nazione.
Siamo e rimarremo dalla parte degli italiani.”

Lo scorso 10 giugno Cisterna Sociale si è presentata alle amministrative con 21 candidati in lista, dei quali 6 sono passati con la tartaruga crociata, con un totale di preferenze pari a 714 voti. Andando nello specifico, i voti incassati nelle sezioni dove si torna a votare (ricordiamo 12, 14, 18 e 28) dalla lista Civica Cisterna Sociale sono 53, un dato indebolito dalla dichiarazione ufficiale di Casapound Cisterna che ha lasciato i propri elettori “liberi di fare le proprie scelte”











Ultime Notizie

To Top