LA eventi

Latina – MadXII: Sabina Meyer; Alberto Popolla; David Ryan

Sabato 17 Novembre, alle ore 22, presso il MadXII (Museo Contemporaneo) che si trova all’interno del Consorzio Sviluppo Industriale Roma-Latina di Latina Scalo, località Tor Tre Ponti, in Via Carrara 12/A.

Evento inserito all’interno della Rassegna “Odissea Contemporanea Winter” al Museo di Arte Contemporanea MadXII

SABINA MEYER/ALBERTO POPOLLA/DAVID RYAN

Il trio di Sabina Meyer, Alberto Popolla e David Ryan riunisce tre musicisti con background differenti ma con un obiettivo comune: esplorare di nuovo il campo dell’improvvisazione libera. Sabina Meyer ha esperienze dal barocco al contemporaneo (Monteverdi, Satie, Berio, Cage), Alberto Popolla è inserito in un ambito jazz e blues (Roots Magic), David Ryan è attivo nel campo della musica sperimentale e dell’ improvvisazione libera (London Improvisers Orchestra, Wolff, Cardew, Brown). La loro unione promette di essere una fusione creativa di tre artisti impegnati nella composizione istantanea.

Sabina Meyer – Cantante, songwriter, scrittrice e musicologa, ha fatto della trasversalità il suo stile. Si muove tra musica contemporanea, barocca e musica d’improvvisazione. Ha eseguito in prima assoluta opere a lei dedicate, incidendo per prestigiose etichette e esibendosi in innumerevoli Festival internazionali. Il suo repertorio spazia dalla musica contemporanea colta alla sperimentazione elettronica più ardita. E’ attiva sul fronte della poesia sonora e compone canzoni su testi poetici di autrici contemporanee. Pubblica testi di narrattiva e saggistica su argomenti musicologici con particolare attenzione alla tematica della voce. Vive tra Roma e Berlino e, oltre alla sua attività concertistica, insegna in diversi Conservatori italiani.
http://www.sabinameyer.com

Alberto Popolla – Clarinettista, arrangiatore e compositore, ha suonato a New York, Chicago, Londra, Berlino, Bruxelles, Lisbona, Algeri e in molti festival e rassegne italiane. Ha esplorato le diverse sonorità e le infinite risorse timbriche dei suoi clarinetti, attraversando ricerca e improvvisazione, scrittura e conductions, situazioni più propriamente jazzistiche e musica balcanica e klezmer. Ha promosso diverse formazioni italiane ed europee e collaborato con musicisti provenienti da tutto il mondo. E’ diplomato in jazz presso il Conservatorio Musicale di Frosinone e laureato in Lettere con piano di studi storico politici dell’età moderna e contemporanea presso l’Università La Sapienza di Roma. In questi ultimi anni si è dedicato con passione all’arrangiamento e alla composizione prendendo ispirazione dal grande patrimonio blues e dalle affascinanti sonorità della cosiddetta scena di Canterbury e della musica Progressive.
https://www.roots-magic.com/

David Ryan is a visual artist as well as improvising musician. Mainly autodidact as a clarinetist, he had some lessons from jazz clarinettist Don Rendell. He has worked with numerous composers including Michael Parsons, Earle Brown, Catherine Lamb, Christian Wolff, Phill Niblock and Christophe Guiraud, and with many musicians including Anton Lukoszevieze, John Edwards, Ian Mitchell, Alberto popolla, Gianni Trovalusci amongst others. In 2015 he curated a large-scale exhibition looking at the relationship between drawing and musical notation at the Stephen Lawrence Gallery, University of Greenwich. Ryan has also performed and broadcast for Danish Radio, UNAM Mexico, BBC Radio 3, Resonance FM, Glasgow CCA, Radio Slovenjia, Sky Italia Classica TV, and numerous Festivals, including Sonic Illuminations, British Film Institute, London (2009); and Namusica (2013/14), Naples, Italy. He has recently participated in the Venice Biennale (2015), a collaboration with Italian composer Nicola Sani, and the AngelicA Festival, Bologna (2016). Screenings of his video works have taken place at Konzerthaus, Berlin; Moscow Tchaikovsky Conservatoire; Issue Project Space, New York; Darmstadt Ferienkurse for Neue Musik, and Qo2 in Brussels, Belgium. He has collaborated with various ensembles including the London Improvisers Orchestra, Apartment House and Kernzert Minimal. He has performed works by John Cage, Karlheinz Stockhausen, Cornelius Cardew, and has been involved in premieres of pieces by Christian Wolff, Earle Brown, and Phill Niblock, amongst many others. Recent compositions include Provisional Piano Pieces (2018 -) and Recitativo/Clouds and Noise – Fragments after Lucretius and Negri (2015-18). In 2016 he was an Abbey Fellow in Painting at the British School at Rome.
http://www.david-ryan.co.uk/











Ultime Notizie

To Top