LA centro

Terracina – Priverno – Attività di contrasto illeciti ambientali

Nella giornata del 24 agosto,  pattuglie dei carabinieri forestali, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, con particolare riferimento al contrasto alle attività illecite nei confronti dell’ambiente, hanno portato a termine due operazioni di polizia giudiziaria.

In particolare, i militari della stazione carabinieri forestali di Priverno hanno accertato, la realizzazione, senza alcuna autorizzazione, di un piazzale di 2.000 mq., con l’accumulo di circa 3.000 metri cubi di rifiuti speciali di diversa tipologia, provenienti da materiale di demolizione edile,  misto a materiale ferroso e plastico oltre a residui di materiale bituminoso proveniente da demolizione del manto stradale.

L’area è stata sottoposta a sequestro penale e il proprietario deferito a piede libero, per i reati urbanistici e per le violazione delle norme che regolano la gestione dei rifiuti.

Mentre a Terracina, in località Porto Badino, militari della locale stazione carabinieri forestale accertavano che il concessionario di un terreno di proprietà della Regione Lazio, in prossimità dell’alveo del fiume portatore, aveva proceduto, senza alcuna autorizzazione,  allo sbancamento e successivo livellamento di un  area di circa 3.500 mq, sottoposta  a vincolo paesaggistico ed idrogeologico. Nell’ambito di tale attività sono state abbattute diverse essenze arboree ed arbustive radicate sulla predetta area.

I militari hanno proceduto al sequestro della superficie ed alla denuncia a piede libero del rappresentante legale della società concessionaria.











Ultime Notizie

To Top