LA politica

Cisterna – Partito Democratico: Le pezze del Capitan Uncino

“Buche, buchi, gaffes e tante parole. Ma finora quest’amministrazione è zoppa e continua ad arrivare in ritardo agli appuntamenti ed agli impegni con questa città. Ma il Sindaco ha una scusa per tutto e mette “pezze” ovunque.

Lo fa dall’inizio di questa ennesima  esperienza da Primo Cittadino, dicendo al primo Consiglio Comunale di non sapere della necessità di una proroga, l’ennesima, alla Cisterna Ambiente. Potrebbe prendersi la responsabilità, ma fa votare l’ Ordinanza alla sua maggioranza.

Ha tentato, non riuscendoci, di mettere una pezza anche al pastrocchio politico-amministrativo sull’ Assestamento di Bilancio. Anche in questo caso non sapeva di una scadenza principe ed imminente ed il  02 Agosto rilascia un’intervista sui social per informare i suoi del parere negativo dei Revisori dei Conti. Un parere arrivato il 30 luglio, con un assestamento da approvare entro il 31. Il risultato lo sappiamo: tre Consigli Comunali ripetuti ed una Delibera, l’ultima, ancora poco chiara nei numeri (da rivedere a settembre, secondo i Revisori). Il tutto con la Prefettura che dà tempo altri 20 giorni per fare i compitini.

Il 13 agosto si gioca ancora, con Carturan che fa saltare il numero legale per un suo capriccio e fa tornare tutti in seconda convocazione il 14 (gettoni a spese dei contribuenti). Il Presidente del Consiglio che si arrampica sugli specchi per ripresentare l’approvazione del Bilancio, che doveva essere votato senza, ormai, i numeri in Consiglio favorevoli. In compenso stiamo assistendo a lezioni di Diritto Amministrativo creativo a cura di Pierluigi Di Cori.

Anche sulla questione fuochi d’artificio, scopre che ci sono delle regole. Allora dobbiamo mettere l’ennesima pezza, con ben due video per spiegare che esiste una normativa che impone delle distanze nei Centri Cittadini. Giura di aver fatto di tutto e che i fuochi si faranno, non si sa bene dove e quando, ma si faranno. Ancora una volta il problema è demandato ad altri o alle leggi cattive, ma in realtà non è riuscito a rispettare scadenze e appuntamenti. Il Bilancio insegna. “Lo faccio domani” è il trend e questo Sindaco e quest’Amministrazione facilona hanno dato ancora prova di incapacità.

L’unica pezza invece che avrebbe dovuto mettere, nel senso pratico del termine, era quella della falla nella condotta idrica, che ieri ha allagato il centro cittadino e creato non pochi disagi a chi passeggiava durante i festeggiamenti. La riparazione si farà.

A settembre tutto questo non accadrà più perché ora c’è la nuova Segretaria Comunale, a cui va il mio in bocca al lupo, ma soprattutto perché ora c’è la Coluzzi: sì, l’ex Assessore della Giunta Della Penna. La Dirigente che oltretutto ha un contenzioso economico con il Comune, che staremo a vedere come sarà risolto. Ci sarà un nuovo Dirigente all’Urbanistica, figura che sembra dargli sicurezza (vista la storia Amministrativa del Sindaco, speriamo di non ritrovarci nuove buche) ed un nuovo Capo dei Vigili.

Concludo dicendo che spesso l’ho sentito ripetere che questa è “la Città che ho ereditato”, ma la memoria fa brutti scherzi: noi cittadini tutti, abbiamo ereditato ciò che resta della Good Year, le Buche in centro, Acqualatina, l’ ex area Locatelli. Forse è meglio smetterla di lagnarsi e tentare di presentarsi come una vittima: ci si rivede a settembre, quando ad attenderlo ci sarà il Rendiconto delle spese di questo pazzo pazzo Agosto”.

Il Consigliere Comunale

Andrea Santilli











Ultime Notizie

To Top