LA politica

Cisterna – Pierluigi Di Cori (LEGA) è il nuovo presidente del consiglio comunale

“Desidero ringraziare il Sindaco e i consiglieri comunali che con il loro voto hanno voluto esprimermi la fiducia e la possibilità di ricoprire questa importante carica; ma con pari sincerità, ringrazio anche quei consiglieri, con scelta ugualmente rispettabile e per ovvie ragioni politiche, non hanno ritenuto opportuno esprimersi favorevolmente.
Il ringraziamento più grande però devo rivolgerlo ai cittadini cisternesi che hanno deciso di eleggermi consigliere comunale, senza il loro fondamentale contributo non avrei potuto sperimentare questa importante esperienza politica.
Al Sindaco e alla Giunta, va il personale e, credo di parlare anche per conto di tutti i consiglieri comunali, il miglior augurio di buon lavoro sperando nel massimo impegno nell’interesse della Città e dei cittadini.
Il mio impegno politico oggi assume un significato diverso: quello di Presidente del Consiglio comunale è un incarico di responsabilità che mi onora e mi gratifica, ma che soprattutto assumo con onestà intellettuale, scrupolosità, spirito di servizio e rispetto.
La mia espressione di una precisa parte politica, non sarà certo di ostacolo al mio essere imparziale – al fine di garantire una democratica dialettica tra i consiglieri di maggioranza e quelli di minoranza -, e alla ricerca costante dell’equilibrio che il Presidente del Consiglio ha il dovere di esercitare, consentendo a ciascun consigliere l’attuazione delle prerogative a lui attribuite dalle Leggi e dal Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.
Credo che nessuno di noi debba dimenticare la distinzione fra passione politica e senso delle Istituzioni: l’aula consiliare è di sicuro l’ambiente naturale in cui attraverso il dialogo e il confronto si può e si deve contribuire al progredire della nostra Comunità.
Pertanto, il mio impegno sarà dedicato alla necessità di garantire e tutelare i diritti e le prerogative di tutti i consiglieri componenti il Consiglio, garantendo l’esercizio effettivo delle nostre funzioni nell’osservanza e nel rispetto delle Leggi, dello Statuto e dei Regolamenti; utilizzando comunque quella flessibilità e quella ragionevolezza, consentitemi “del buon padre di famiglia” allorchè gli atteggiamenti dei colleghi consiglieri saranno costruttivi ed in buona fede, come fin da ora auspico, perché credo che ci si possa e ci si debba battere con vigore, talvolta persino con asprezza, per le proprie convinzioni, ma si deve anche cercare di trovare sempre un comune terreno nel quale maggioranza e opposizione possano parlarsi, dialogare, riconoscere qualcosa di sé anche nel proprio avversario, perché bisogna sforzarci nell’evidenziare non solo le “differenze” ma soprattutto ciò che ci accumuna, che sono le nostre tradizioni, la nostra cultura, il nostro territorio e la nostra storia.
Ad ogni consigliere che prenderà la parola, chiederò di avere sempre il massimo rispetto dei colleghi e del luogo in cui esercitiamo il nostro mandato. La qualità dei nostri interventi determinerà la qualità di questa assemblea.

Siamo una città dalle enormi potenzialità, e la storia insegna che, non solo Cisterna non è seconda a nessuno, ma abbiamo risorse grandissime che tutto il mondo ci invidia e che sicuramente sarà compito di questa amministrazione e di questo Consiglio Comunale cercare con tutte le forze possibili di svilupparle e di potenziarle al massimo.
Voglio rivolgere un saluto anche ai miei predecessori: dalla vostra esperienza ho tratto insegnamento e spunti di riflessione per un migliore espletamento della mia.
Infine, nel rivolgere l’augurio che il Consiglio Comunale sia un luogo di crescita, politica certamente, ma anche culturale e sociale, giunga a tutti i consiglieri comunali, in particolar modo a chi è al suo primo mandato, un sincero augurio di buon lavoro”.











Ultime Notizie

To Top