LA politica

Cisterna – “Miglioriamo le scuole e migliorerà anche Cisterna”, parlano le insegnanti candidate a sostegno di Carturan

“Scuole più sicure, che funzionino davvero, alle quali il Comune torni ad offrire un supporto concreto e una collaborazione fattiva”.
Il candidato sindaco Mauro Carturan non ha dubbi quando parla di emergenza scuola a Cisterna, un settore amministrativo sul quale negli ultimi anni si è investito “quasi niente – dice – e quel poco è stato speso male, considerando anche i fatti molto gravi emersi dalle indagini giudiziarie che hanno coinvolto alcuni amministratori locali”.
Anche per questo, nelle liste che lo sostengono, Carturan ha voluto fortemente alcuni candidati che lavorano nel mondo della scuola, per capire ed agire in maniera più oculata sulle carenze dei plessi comunali e dell’offerta generale di questo servizio fondamentale.
Tra questi ci sono due insegnanti, Emanuela Pagnanelli della lista UDC (docente alle scuole medie e Presidente dell’Associazione Culturale LiberaMente) e Annamaria Mastrella (maestra elementare di Cisterna dalla trentennale esperienza) che si presenta invece nella civica Cisterna Ideale.
“La Scuola e, più in generale, le attività culturali e formative rivolte ai bambini e ai ragazzi in età scolare – spiega la professoressa Emanuela Pagnanelli – hanno un’attenzione particolare nel nostro programma elettorale. Un programma che ho contribuito a scrivere e che prevede, tra l’altro, la costituzione di un Dipartimento per le attività culturali coordinato dall’Assessorato competente costituito da dirigenti scolastici, presidenti delle associazioni culturali del territorio e referenti cittadini di tutti gli organismi di promozione culturale. Inoltre, è necessario riqualificare e mettere in sicurezza tutti gli edifici scolastici comunali, le palestre e gli altri spazi di pertinenza per offrire agli studenti un servizio di primo livello ed aiutare dirigenti e insegnanti a svolgere al meglio il loro importantissimo lavoro”.
“Le scuole – dice Annamaria Mastrella, maestra alla Giovanni Cena – devono tornare ad essere un punto di riferimento per rinforzare l’identità ed il senso d’appartenenza alla città. Per questo bisogna convenzionare in maniera intelligente le palestre scolastiche in modo che diventino fruibili da tutti i cittadini, favorire la scuola all’aperto nei siti archeologici esistenti, attivare progetti per sviluppare abitudini e stili di vita alimentari virtuosi a stretto contatto con le strutture pubbliche e private, favorire l’attivazione del Consiglio comunale dei ragazzi per sviluppare nelle giovani generazioni maggiori responsabilità e senso civico”.
“Per realizzare tutto questo e gli altri progetti espressi nel nostro programma elettorale – concludono le insegnanti – bisogna iniziare a lavorare subito. Per questo abbiamo scelto di riporre la nostra fiducia nell’esperienza del candidato sindaco Mauro Carturan, perché crediamo che in questo momento storico la città abbia bisogno di una figura capace e autorevole che sappia far ripartire velocemente la macchina amministrativa”.










Le Più Lette

To Top