LA politica

Cisterna – Del Prete: “Prima di tutto valorizzare le attrattive turistiche esistenti”

Valorizzare le attrattive turistiche del territorio; creare un sistema turistico integrato cultura-agricoltura; garantire servizi turistici (accoglienza, ospitalità, accessibilità).

Questi i tre punti inseriti nel programma del candidato sindaco Gianluca Del Prete per lanciare il settore turistico del comune di Cisterna di Latina. “Sarà necessario prima di tutto valorizzare le attrattive turistiche esistenti, quelle emerse come Palazzo Caetani e il Mulino Luiselli e quelle sommerse come Tres Tabernae, partendo da un’attenta pianificazione turistica territoriale che veda protagonisti una molteplicità di attori istituzioni, associazioni, commercianti, fondazioni, università e che permetta a Cisterna di inserirsi in un circuito turistico sovra locale e regionale. Occorrerà puntare sui servizi anche in questo caso: sarà necessario istituire un ufficio di promozione turistica nel centro della città – dice Del Prete – un ufficio di accoglienza che fornisca ai turisti tutte le informazioni e gli strumenti utili per fruire al meglio il nostro territorio (mappe, tickets, depliant, ecc.) e che comporterà un transito naturale verso l’interno della città, generando un impatto economico positivo per il commercio al dettaglio e per la ristorazione. 

Un’altra importante strategia sarà quella di mettere in sinergia la cultura con l’agricoltura per creare nuove opportunità di sviluppo economico per la città; se da un lato la cultura sarà il principale attrattore turistico, dall’altro un grande patrimonio di produzioni agricole di qualità che hanno uno stretto legame con il territorio, la sua storia e la sua identità andrà a integrarsi con l’offerta turistica territoriale e la sua promozione verso l’esterno. Sarà necessario lo sviluppo di un’offerta ricettiva non di massa, votata all’ospitalità diffusa (bed&breakfst, case vacanza, agriturismi) e il rafforzamento dell’accessibilità del territorio con la realizzazione di un parcheggio pubblico a pagamento nella zona industriale e l’attivazione di un servizio navetta elettrico dalla stazione ferroviaria e dal parcheggio verso i più importanti attrattori del territorio”.  Dunque lo sviluppo di un prodotto turistico completo e destagionalizzato che nel medio-lungo periodo permetta a Cisterna di riaffermare la propria identità storica, culturale e sociale.











Ultime Notizie

To Top