LA politica

Cisterna – Aura Contarino tra volontariato e attivismo politico: “Ho scelto Cisterna e ho deciso di contribuire”

Nella squadra che presenta il Partito Democratico di Cisterna, alla sua prima candidatura, c’è Aura Contarino. Volontariato, attivismo e nei ruoli chiave del PD per questa campagna elettorale.

Classe 1986, laureata in Biotecnologia, Aura è operatore sociale presso la CEMEA del mezzogiorno ONLUS, mentore dei volontari europei del progetto Erasmus+. Attitudine per i temi sociali, fin da giovanissima, con l’azione cattolica, contribuisce a sostenere gli ultimi e i bisognosi, organizzando collette come in occasione dell’iniziativa nazionale del “banco alimentare”. E’ Presidente dal 2016 dell’associazione “Flanerie”, che si occupa di promozione socio-culturale, attraverso iniziative locali e nazionali. Tra le ultime, quella dello scorso novembre, in concomitanza all’approvazione della legge sul cyber bullismo, organizzata con Flanerie a Cisterna di Latina per porre l’attenzione su questa nuova piaga sociale. E’ il responsabile dell’organizzazione del Partito Democratico di Cisterna di Latina, in questi mesi di campagna elettorale che ci porteranno alle elezioni del 10 giugno.

Se facessi parte della prossima maggioranza, dopo le imminenti amministrative, quale punto affronteresti per primo?

Bisognerebbe agire sul Welfare, come prima cosa. Si rende evidente che anche l’ordinario (manutenzioni strade ecc.) diventa un elemento da portare all’attenzione, ma lo dò per scontato. La crisi si ripercuote sulle condizioni di vita dei cittadini, i disagi non sono da sottovalutare. Far ripartire il paese in ogni suo aspetto: culturale, economico e sociale.

Cosa può fare, dunque, la prossima amministrazione nel volontariato e per i giovani?

Sicuramente costruire e condividere con i giovani l’idea per la nostra città. L’Europa offre una grandissima possibilità, come partecipare a bandi e finanziamenti indirizzati ai giovani. Ma questo richiede competenza progettuale, perché la comunità europea ha degli standard elevati e vincolanti. Credo che lo Sportello Europa costituito al Comune non abbia prodotto alcunché, bisognerebbe potenziarlo coinvolgendo direttamente anche i giovani. “I giovani per i giovani”, perché proprio loro possono pensare ad un progetto a propria misura ed innovativo, piuttosto che altre generazioni. E non dimentichiamoci dei bambini, che non hanno dei veri e propri spazi dedicati, come la ludoteca, ma anche aree verdi attrezzate e soprattutto curate in maniera decorosa.

“Un bambino felice è un adulto migliore.”

I motivi della tua candidatura: mi candido perché?

Io e mio marito lavoriamo fuori Cisterna, ed avremmo potuto decidere di vivere altrove. Ma è qui che vogliamo stare, insieme alle nostre famiglie, vicino ai nipoti. Le difficoltà che sta attraversando il nostro paese sono sotto gli occhi di tutti, quindi ho deciso di contribuire, con le mie peculiarità, le mie conoscenze e la mia passione per cercare di migliorare il mio paese.











Ultime Notizie

To Top