LA politica

Cisterna – Comunali e gestione dei servizi. Carturan: Cisterna non diventerà il feudo di nessuno

Riceviamo una nota stampa del candidato sindaco Mauro Carturan per divulgare integralmente un suo intervento comparso sulle pagine del quotidiano Latina Editoriale Oggi.

“Cisterna non deve diventare il feudo del senatore Fazzone”, è tuonante e immediata la reazione di Mauro Carturan all’articolo apparso questa mattina su Latina Oggi intitolato “Forza Italia, comunali e… acqua”.
Nel pezzo si ritrae uno scenario inconfutabile che svela la malcelata strategia del Senatore fondano di conquistare le maggiori città pontine, al voto il prossimo 10 giugno, per poi puntare alla scalata dell’assemblea dei soci di Acqualatina.
Claudio Fazzone che, è bene ricordare, insieme al leader provinciale del Partito Democratico, Claudio Moscardelli, è tra i promotori della candidatura a sindaco di Cisterna di Gianluca Del Prete.
“Io non ho niente contro il senatore Fazzone – spiega Carturan – solo che non può venire a Cisterna, costruirsi una coalizione elettorale su misura e poi imporre la sua egemonia su Acqualatina. Il tutto alle spalle e sulla pelle dei cisternesi.
Credo di conoscere bene le regole della politica e so che non si va da nessuna parte senza fare alleanze provinciali, regionali e nazionali. Ma alleati è un conto – dice Carturan – sudditi è un altro.
Appare chiaro infatti, anche grazie al puntuale servizio di Latina Oggi, che dietro l’operazione Del Prete si gioca un’importante partita a livello provinciale che punta a far tornare nella cabina di regia di Acqualatina chi negli ultimi anni ha fatto tanto per il sud pontino e niente per la nostra città.
Intanto, i cittadini di Cisterna pagano bollette carissime a fronte di un servizio spesso insoddisfacente.
Nel nostro programma elettorale è prevista la gestione pubblica del servizio idrico con l’abbassamento delle tariffe a carico degli utenti.
Questo perché noi pensiamo che l’acqua sia un bene naturale, prezioso ed essenziale, sul quale non bisogna fare speculazioni né affari. Questa è la nostra opinione, un’idea che sono sicuro condivideranno anche gli altri candidati sindaco di Cisterna.
Ora bisogna solo vedere – conclude Carturan – se i cisternesi sceglieranno un sindaco libero, che risponde esclusivamente ai suoi cittadini, oppure uno stretto nella morsa dei poteri forti provinciali”.

Fonte: Latina Editoriale Oggi











Le Più Lette

To Top