LA sport

Terracina – Ilaria Scorsini: da una vita in biancoceleste, sogna qualcosa di importante

Ancora una conoscenza in casa della Volley Terracina, ancora una volta un elemento che non è nata in città, ma che veste la maglia biancoceleste da ben nove anni, cambiando più volte ruolo, il tutto a favore sempre della causa, sempre per fare di tutto per portare in alto i colori della società: parliamo oggi con Ilaria Scorsini.

Ilaria nasce nel dicembre del 1995 a Sezze, paesino della provincia di Latina, e dopo aver tirato i primi colpi al pallone nel minivolley e prime Under nella sua città Pontinia, si trasferisce a giocare non ancora quattordicenne nella Volley Terracina, partecipando al campionato Under 14. Da qui in avanti Ilaria gioca in tutte le Under fino ad approdare in prima squadra, unica parentesi nel 2016 dove va a Sabaudia in 1° divisione, per poi fare subito ritorno la scorsa stagione nella Volley Terracina con la squadra in serie C.

Ha giocato in vari ruoli, schiacciatrice, opposto, fino a divenire, per scelta e suggerimento di coach Pesce centrale, ruolo che ricopre tuttora, colei che è tra le più “anziane” (23 anni) della compagnia di coach Pesce. E’ da questa metamorfosi che inizia la nostra conoscenza di Ilaria.

Come ti sei trovata a dover cambiare tutti questi ruoli per poi passare centrale, ruolo che ha tempi e movimenti completamente diversi agli altri due in cui hai giocato?

Ovviamente si, dopo che il coach mi ha detto di spostarmi al centro, c’è stato un periodo naturale di adattamento, ma poi con i suoi suggerimenti, i suoi consigli, piano piano le cose sono andate migliorando, poi giustamente come dici tu, i movimenti e i tempi sono totalmente diversi, ma lavorandoci su ogni giorno ho trovato il giusto assetto.

Dopo il rodaggio dello scorso anno, quest’anno sei partita subito bene per poi avere un problema con il piede. Ora come va?

Fortunatamente benissimo, l’inizio di stagione è stato positivo, poi ho avuto questo problema al piede che mi ha dato molto fastidio, portandomi ad allenarmi e giocare non con continuità e anche le mie prestazioni ne hanno risentito, ora però fortunatamente ho risolto e mi sento benissimo oltre che in piena forma.

Stato di forma che tornerà senz’altro utile per il finale di stagione. Avete centrato l’obiettivo dei playoff e ora che succederà?

Esatto, abbiamo centrato quest’obiettivo molto importante, stiamo bene, stiamo crescendo partita dopo partita e soprattutto siamo coscienti della nostra forza, la partita di sabato scorso ad Anzio lo ha dimostrato, dopo un po’ di sofferenza nel primo set abbiamo dominato una gara giocando e vincendo da squadra, tutte proiettate verso lo stesso obiettivo. Ora vedremo, intanto cerchiamo di migliorare, se possibile, anche la nostra posizione di classifica in queste ultime due giornate.

Quindi nessun calcolo né pronostico per l’appendice di fine campionato?

No assolutamente, affrontare una squadra piuttosto di un’altra non fa affatto differenza, noi dobbiamo solo cercare di giocare come sappiamo e come stiamo facendo da diverso tempo. Il gruppo è unito e il nostro destino dipende solo da noi stesse. Pronostici poi non se ne parla proprio, facciamo parlare il campo.

Ci racconti di Ilaria fuori dal campo, cosa fai, i tuoi progetti, ecc…..

Sono una ragazza semplice, che passa le sue giornate nel mio piccolo paese di provincia, sto per laurearmi in Management Diritto d’Impresa, sto preparando la tesi, per il resto una volta laureata cercherò di trovare un lavoro che mi appaghi, sperando di non dover mai abbandonare le ginocchiere.

A parte una parentesi di un sola stagione, sono nove anni che indossi la maglia della Volley Terracina: oramai conosci ogni piccola cosa di questa società?

Effettivamente si, sono arrivata qui che ero davvero piccina, facevo la Under 14 e nel corso degli anni ho lavorato in palestra con diversi allenatori, ognuno della quale mi ha dato e insegnato qualcosa. Della società in effetti conosco molto, in questi anni ho imparato a conoscere tutto e tutti e mi sento davvero a casa.

Essendo qui da diversi anni, hai imparato a conoscere anche il pubblico terracinese, una tifoseria che è molto passionale e vicina alla squadra soprattutto quando vede i risultati arrivare. Che messaggio desideri inviare a loro?

Nelle ultime partite ho visto il palazzetto sempre più pieno ed è davvero bello, ti carica molto giocare in un clima simile. Noi faremo di tutto in questi playoff per andare il più lontano possibile e fare in modo che anche sugli spalti si emozionino e ci carichino ancora di più, quindi li invito a riempire le gradinate già dal prossimo match, che poi è il derby con il Fondi, e fare il tifo più bello e caloroso che possono. Sono qui da anni ed ho vissuto promozioni e risultati meno positivi, è ora di farli tornare ad esultare come si deve.











Le Più Lette

To Top