LA scuola

Cisterna – Il Comitato regala la videosorveglianza per la scuola, il Comune non la istalla

Un sistema di video sorveglianza per combattere i continui furti di gasolio nella scuola di Isolabella. A seguito dell’ultimo raid notturno, la comunità locale si è mobilitata per rendere sicura la struttura di via dei Rangers, acquistando a proprie spese alcune telecamere, occhi elettronici però mai installati per questioni di privacy. L’Ente al momento non ha ancora dato l’ok a questo intervento. Una situazione davvero paradossale che apre un dibattito ampio che va dal rispetto e tutela dei minori iscritti al plesso fino all’importanza del monitoraggio del territorio per evitare fenomeni di illegalità. Da quanto si apprende infatti, la richiesta presentata in via Zanella dal presidente Stefano Ferrara non ha avuto risposta. Alla base la tutela della privacy.
Che il serbatoio della piccola scuola di campagna sia una delle mete preferite dai ladri di carburante questa è una storia tristemente nota come del resto i disagi che gli alunni sono costretti a subire nelle ore seguenti. Ogni qualvolta viene rubato il gasolio, i riscaldamenti rimangono spenti. I genitori dei bambini stanchi di questa situazione hanno cominciato a raccogliere fondi da destinare appunto all’acquisto di occhi elettronici. Ma quando sono andati in Comune per offrire questo supporto digitale nessuno ha dato una risposta ufficiale, rimandando così il problema.











Ultime Notizie

To Top